• MARTEDÌ 27 OTTOBRE 2020 - S. Frumenzio vescovo

LA VITA È BELLA/ Di Roberto Benigni, ecco perchè è un film da rivedere oggi: trama, accoglienza e critica (27 gennaio 2016)

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Il Sussidiario.net e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


LA VITA È BELLA, IL FILM DI ROBERTO BENIGNI: PERCHÈ È DA RIVEDERE OGGI (27 GENNAIO 2016) - La vita è bella, diretto e interpretato da Roberto Benigni è un film girato nel 1997 che descrive in maniera originale e poetica il dramma dell''Olocausto. La visione della pellicola è assolutamente consigliabile per ricordare il 27 gennaio, giorno mondiale della memoria sullo sterminio degli ebrei. Il lungometraggio di Benigni è decisamente diverso dalle altre opere della stessa tematica come ''Il pianista'' di Polanski o ''Schlinder''s list'' di Spielberg. Il cineasta toscano, grazie anche alla sceneggiatura scritta da Vincenzo Cerami, narra il crescendo della persecuzione nazista contro gli ebrei attraverso gli occhi innocenti e inconsapevoli di un bambino. ''La vita è bella'' è consigliabile proprio per questo aspetto che lo distingue dagli altri film che hanno trattato la drammatica vicenda degli ebrei nei campi di sterminio nazisti. Benigni ha trattato con estrema delicatezza (ricordando in qualche modo la poetica di Charlie Chaplin) l''orrore dell''Olocausto come se fosse una favola.



Sannioportale.it