• MERCOLEDÌ 12 AGOSTO 2020 - S. Eusebio vescovo

FUORI DAL CORO/ Il "doppio film" capace di incollare il pubblico alla poltrona

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Il Sussidiario.net e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Un personaggio-narratore, inquadrato di spalle, con una voce fuori campo (voce-over in una polarizzazione-enunciatore), introduce un lungo monologo interiore che racconta la sottile e grottesca ironia della sorte nella sua vita: «Non c'è niente di certo nell'esistenza tranne due cose: la prima è la morte, la seconda il mio non programmato ritorno in Sicilia». Così inizia un colorato, ipnotico e spiazzante mistero intitolato Fuori dal coro (regia di Sergio Musiraca) a partire da Terrasini, un piccolo paesino affacciato sul mare della Sicilia. 



Macrolibrarsi
Sannioportale.it