• SABATO 31 OTTOBRE 2020 - S. Antonino Vescovo

Aduc – osservatorio Firenze. Bene il ritorno dei controlli sulla sosta, ma qualcosa non torna e rischia di provocare una montagna di ricorsi

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Aduc.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Il Comune di Firenze ha deciso di reintrodurre i cosiddetti “vigilini” e dare avvio cosi'' alla "tolleranza zero" contro la sosta selvaggia nei parcheggi a pagamento (strisce blue) e per residenti (Zcs).
E'' innegabile che dopo la decisione dell''allora sindaco Matteo Renzi di limitare i controlli al lumicino, la regolamentazione della sosta era andata a farsi benedire, come ben sanno i molti residenti che ogni sera passano decine di minuti a trovare un posto tra le migliaia di auto illegalmente parcheggiate. Quindi, bene il ritorno dei controlli e l''ammissione da parte dell''Amministrazione che gli ultimi sette anni sono stati un errore, forse elettoralmente produttivo, ma un errore.
Ma da quanto leggiamo sui propositi dell''Amministrazione, qualcosa non torna.
Viene infatti riportato sulla stampa che chi parcheggia senza pagare sulle strisce blu, sarà multato. Ma sia il Ministero dei Trasporti, sia la giurisprudenza, hanno ormai chiarito che le multe per omesso pagamento sono illegittime. Si tratta infatti di inadempimento di un''obbligazione contrattuale e non di violazione del Codice della Strada. Gli ausiliari Sas quindi non potranno elevare alcuna multa, né potranno farlo i vigili urbani. Dovranno invece intimare il pagamento del parcheggio rimasto impagato, oltre alle eventuali spese o penali previste dal contratto di sosta, senza alcun bisogno della presenza di un vigile urbano. Se invece il Comune procedesse con le multe, oltre a violare la legge, si ritroverebbe a fronteggiare decine di migliaia di ricorsi al Prefetto e al Giudice di pace.
Inoltre, leggiamo sul quotidiano La Nazione la dichiarazione in merito alla Zcs dell''assessore alla mobilità Stefano Giorgetti secondo cui gli ausiliari della Sas potranno fare verbali solo "se accompagnati dai vigili urbani e in zone preordinate, cioè quelle dove ci sono maggiori difficoltà nel parcheggio per i residenti”. Ma i "vigilini" non possono fare alcuna multa, anche se accompagnati dal capo della Polizia in persona. Solo la Polizia può elevare sanzioni stradali, senza ovviamente che debba essere presente alcun ausiliario. Ci chiediamo quindi se questo sia il miglior utilizzo delle risorse umane a disposizione: sono davvero necessarie due persone per fare una multa per divieto di sosta? 



Macrolibrarsi
Sannioportale.it