CULTURA | Sannioportale.it

Cultura

Genocidio degli armeni, l’allarme inutile 

È il 28 agosto 1896 quando da Costantinopoli l’ambasciatore Alberto Pansa, accreditato presso la Sacra Porta e decano del corpo diplomatico, trasmette a Roma un telegramma del seguente tenore: «Ho testé inviato al Sultano, anche a nome delle Grandi Potenze, una urgente missiva per descrivere i massacri, ...

Leggi Tutto

Dall’ottimismo videocratico di Berlusconi ai tweet di Salvini che alimentano la paura: tutta un’altra destra 

È passato un quarto di secolo da quel 26 gennaio 1994 che vide la discesa in campo di Silvio Berlusconi con un messaggio alla nazione trasmesso da tutte le reti televisive, pubbliche e private. Da allora, nel nostro sistema politico è cambiato quasi tutto, anche nello schieramento di centrodestra, squassato ...

Leggi Tutto

Il “Bella ciao” di Bernard-Henri Lévy, un invito alla Resistenza contro i populismi 

Dopo il debutto a Milano e una tournée europea, Bernard-Henri Lévy è tornato ieri in Italia, a Roma, con il suo spettacolo Looking for Europe. Alla Sala Umberto, il filosofo e scrittore ha adattato il suo monologo contro i populismi, i sovranismi, i nazionalismi e in difesa della democrazia in vista ...

Leggi Tutto

Burgess inedito, scoperto un sequel del romanzo di “Arancia meccanica” 

Un “notevole” sequel del famoso romanzo “Arancia meccanica” (”A Clockwork Orange”) di Anthony Burgess (1917-1993) è stato scoperto nell’archivio dello scrittore inglese. Lo ha annunciato l’International Anthony Burgess Foundation alla Bbc. Il manoscritto del sequel del libro pubblicato nel 1962, e portato ...

Leggi Tutto

Burgess, un inedito scoperto due volte 

«Prima di tutto, il titolo. Sentii per la prima volta pronunciare l’espressione “sballato come un’arancia meccanica” in un pub londinese, prima della Seconda guerra mondiale. Si trattava di un’espressione tipica del vecchio slang cockney, in allusione a una stranezza o anormalità così estrema da sovvertire ...

Leggi Tutto

Trecento anni di Robinson Crusoe, l’uomo che era ciò che aveva 

Trecento anni fa, nell’aprile del 1719, veniva dato alle stampe un libro di Daniel Defoe, straordinario giornalista, autore di migliaia di articoli sugli argomenti più vari, scrittore di saggi storici e autore di brillanti pamphlet di dissacrante ironia (troppo dissacrante: a causa di uno di questi ...

Leggi Tutto

Dietro le quinte di Lessico famigliare 

Di Giuseppe Levi, grande studioso di anatomia e precursore delle tecniche moderne dell’indagine biologica, cominciamo ora a sapere molto, soprattutto per l’interesse che negli ultimi decenni la sua figura ha richiamato da due diverse direzioni. Da quella scientifica, perché - oltre alle sue importanti ...

Leggi Tutto

Direttori di giornale, il futuro è vostro 

«Il lavoro del futuro è quello di editor in chief», di direttore di giornale, ha titolato con enfasi calcolata il sito americano Axios. «Visto che con lo smartphone si ha accesso a tutte le canzoni, a tutti i film e a tutti i libri, e che lo si può usare per qualsiasi cosa, per ordinare da mangiare, ...

Leggi Tutto

Razzismo e populismo proliferano nei Paesi dei “senza memoria” 

«Per la patria pronti!». Oggi in Croazia atleti, calciatori, tifosi e gruppi di intellettuali vorrebbero che venisse adottato come saluto ufficiale dell’esercito questo slogan degli ustascia che, durante la Seconda guerra mondiale, si dedicarono allo sterminio dei serbi, degli ebrei e dei rom. Un modo ...

Leggi Tutto

Tanta voglia di De Gaulle: 50 anni fa la Francia gli voltò le spalle. Oggi il Generale mette d’accordo tutti 

La mezzanotte di domenica 27 aprile 1969 era passata da dieci minuti, quando dal palazzo dell’Eliseo partì un messaggio di poche parole: «Smetto di esercitare le mie funzioni di Presidente della Repubblica. Questa decisione sarà effettiva oggi a mezzogiorno». Charles De Gaulle usciva così dalla Storia, ...

Leggi Tutto

È ancora “ladri di biciclette” il film del Belpaese nel 2019 

«Questo non è un film, è la realtà», scrissero al regista Vittorio De Sica alcuni spettatori milanesi quando, 71 anni fa, assisterono a una delle «visioni speciali, con dibattito e referendum» di Ladri di biciclette. Ho sempre creduto che fosse vero, ma per la vita com’era a quei tempi: il neorealismo ...

Leggi Tutto

La cultura a caccia di follower. Dalla Treccani alla Crusca allo Zingarelli, ora l’italiano si racconta sui social 

«Dice che sono Pazzeska, sarà il fascino della tedesca...». Parole e musica di M¥ss Keta, playlist a cura della Treccani, che su Spotify racconta l’etimologia e la storia delle parole usate nelle canzoni più scaricate. È la nuova mission degli istituti culturali, dall’Enciclopedia Italiana per definizione ...

Leggi Tutto

Così Borges diffidava dell’immortalità 

«Direi che il concetto di Dio è la massima creazione della letteratura fantastica. È molto più strana l’idea di Dio che l’idea del Golem». La frase non era provocatoria, né cercava quel po’ di scandalo che spesso titilla gli intervistati. Mette a fuoco anzi una profonda convinzione che serpeggia più ...

Leggi Tutto

Giugno ’65, l’Italia si scopre globale 

Sul palco c’erano i Beatles e li abbiamo visti bene, ma davanti a loro, al Vigorelli di Milano, nel primo concerto dell’unica tournée italiana iniziata il 24 giugno 1965, c’era un Paese che non abbiamo mai guardato in faccia. Un come eravamo inedito.......

Leggi Tutto

Beowulf e i brutti ceffi 

“L’acqua sanguinosa ribolliva e turbinava/ c’erano oggetti e vortici turpi/ di onde e grumi e sanie di ferite./ Con la morte addosso si era immerso/ nel suo covo paludoso, annegando la sua vita/ e l’anima pagana: qui l’inferno lo prese”. Non male, vero? Anzi, diciamolo pure, al confronto Game of Thrones ...

Leggi Tutto

Leonardo e quel testo “guasto” da cui nacque l’Uomo perfetto 

L’Uomo Vitruviano realizzato da Leonardo nel 1490, celeberrima rappresentazione delle proporzioni ideali del corpo umano, è il magnifico frutto di un equivoco. O meglio, della lettura di un testo «guasto» di Vitruvio, a cui il genio rinascimentale si attenne per disegnare quel corpo di uomo armoniosamente ...

Leggi Tutto

Le poesie di Leopardi paragonate ai quadri di Caspar David Friedrich 

L’ermo colle così caro a Giacomo Leopardi è a tal punto a far parte di noi, che impariamo a memoria i versi de L’infinito a scuola, da farci dimenticare che il suo autore la compose nel 1819. Quale modo migliore per festeggiarne la ricorrenza se non un progetto che ne promuova la lettura, seguita dal ...

Leggi Tutto

Elogio dei depositi. Sono le “stanze del tesoro” dei musei 

I musei sono nati nell’Età dei Lumi per offrire esempi agli artisti. Artisti contemporanei si sono cimentati con gli allestimenti delle sale espositive e dei depositi per interpretarli: come nei casi degli allestimenti del Museum Kunst Palast di Düsseldorf e del Museum für Angewandte Kunst di Vienna ...

Leggi Tutto

L’era del “con-dividuo”. Troppa identità rischia di farci male, la società aperta si difende con più culture 

Problema o risorsa? La dicotomia, che si riaffaccia come un ritornello nella discussione pubblica a proposito dell’immigrazione, si può applicare anche a una categoria assai più astratta: l’identità.......

Leggi Tutto

“Io, la nipote di Matteotti e una famiglia piegata dal Duce” 

«Non ho fatto a tempo a conoscerlo, ma tutta la mia vita è stata influenzata da lui e dalla sua vicenda. A partire da quella foto che era sul tavolo della sala e davanti a cui si mangiava e si faceva tutto. Era il nume tutelare della famiglia». ......

Leggi Tutto

Pagina 1 di 129892