TIM: avviata vendita di Persidera, in corso due diligence Quifinanza.it - 17/12/2017 22:37:52 - anti troj , regcleaner windows , visual host , ms virtual server , internet security v14

TIM: avviata vendita di Persidera, in corso due diligence

(Teleborsa) – TIM e GEDI hanno avviato a ottobre il processo di cessione di Persidera. Lo ha sottolineato il gestore telefonico in un comunicato diffuso su richiesta di Consob, ricordando che Persidera nasce dalla concentrazione, intervenuta nel 2014, di due operatori di rete per broadcasting televisivo: Telecom Italia Media Broadcasting, controllata totalitaria di TI Media (incorporata nel 2015 in Telecom Italia), e Rete A, di proprietà del Gruppo Editoriale L’Espresso (oggi GEDI Gruppo Editoriale). Attualmente la società è partecipata al 70% da TIM e al 30% da GEDI. Opera nel campo della trasmissione televisiva in modalità digitale nonché dell’offerta di servizi accessori e piattaforme di trasmissione del segnale. E’ l’operatore di riferimento per i produttori di canali televisivi del digitale terrestre non collegati ai due principali gruppi del settore TV italiano, RAI e Mediaset. “Tra i consoci di Persidera intercorre dal 2014 un accordo che prevede – tra l’altro – la valorizzazione della società. Questa è stata perseguita una prima volta negli anni 2014-2015”, spiega TIM, ricordando che nel contesto del rilascio a Vivendi delle autorizzazioni previste dalla disciplina dell’Unione Europea in materia di concentrazioni, la Commissione UE ha richiesto a Vivendi l’assunzione di un impegno a cedere le quote detenute da TIM in Persidera. Vivendi, al fine di risolvere le questioni di concorrenza identificate, ha assunto tale impegno. “Il processo di cessione di Persidera è stato conseguentemente avviato a ottobre, con il supporto di Barclays e Lazard, rispettivamente advisor di TIM e GEDI. L’attività sta procedendo in linea con le tempistiche tipiche di questo tipo di operazioni; è attualmente in corso la due diligence da parte dei potenziali acquirenti che hanno presentato offerte preliminari non vincolanti e sono stati ammessi alla fase successiva dell’iter”, conclude la nota.
Archiviato in:Finanza

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati