Piazza Affari chiude col segno più in un’Europa senza direzione Quifinanza.it - 17/12/2017 03:34:28 - free disney software , antispyware open source , p s tools , best photo virus , ms isa server

Piazza Affari chiude col segno più in un’Europa senza direzione

(Teleborsa) – Giornata positiva per Piazza Affari in un’Europa a due velocità. Di scarso aiuto l’andamento positivo di Wall Street, che tenta il rimbalzo anche alla luce dei positivi dati sull’occupazione, in attesa dei numeri governativi sul mercato del lavoro che saranno diffusi domani.
I sussidi alla disoccupazione sono risultati in calo mentre ieri gli occupati ADP sono risultati in aumento. Sul valutario l’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,18. Tra le commodities, giornata negativa per l’oro, che lascia sul parterre lo 0,79% a 1.253,5 dollari l’oncia, mentre il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) segna un aumento dello 0,80%, a 56,41 dollari per barile, supportato dal calo delle scorte di greggio statunitensi superiori alle attese. Lo Spread migliora, toccando i 138 punti base, con un calo di 3 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,67%. Tra i listini europei giornata moderatamente positiva per Francoforte, che sale di un frazionale +0,36%. Debole Londra con un decremento dello 0,37%, mentre Parigi si ferma sui livelli della vigilia. Positivo il listino milanese con il FTSE MIB che ha messo a segno un +0,68%; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 24.808 punti. In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,35%), come il FTSE Italia Star (0,2%). Nella Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,31 miliardi di euro, in aumento rispetto agli 2,16 miliardi della seduta precedente; mentre i contratti si sono attestati a 261.474, rispetto ai 246.234 precedenti. Tra i 221 titoli scambiati sul listino milanese, 110 azioni hanno chiuso la seduta odierna in rialzo, mentre 102 hanno portato a casa una flessione. Poco variate le restanti 9 azioni. Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, bene le banche, in particolare BPER  e Banco BPM. Ancora in primo piano Moncler, che mostra un forte aumento del 2,49%. Decolla Fineco, con un importante progresso del 2,27%. Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Yoox, che ha terminato le contrattazioni a -1,49%. Sotto pressione Buzzi Unicem, con un forte ribasso dell’1,16%. Contrazione moderata per CNH Industrial, che soffre un calo dello 0,99%. Sottotono Recordati che mostra una limatura dello 0,68%. In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Sogefi (+3,38%), ASTM (+3,29%), Maire Tecnimont (+3,21%) e doBank (+2,71%). I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Astaldi, che ha archiviato la seduta a -3,23%. In apnea Juventus, che arretra del 2,81%. Soffre Salini Impregilo, che evidenzia una perdita dell’1,89%. Preda dei venditori IREN, con un decremento dell’1,66%.
Archiviato in:Finanza

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati