Lutto nel mondo della moda: è morta Carla Fendi Rssnews.it - 28/06/2017 03:49:20 - web hosting united states , how to clean my computer for free , css hosting , ig markets , host europe webmailer

Lutto nel mondo della moda: è morta Carla Fendi

Dopo la morte di Laura Biagiotti (deceduta lo scorso 26 Maggio a Roma), il mondo della moda oggi piange un’altra grande donna: Carla Fendi. La quarta delle sorelle Fendi si è infatti spenta all’età di 80 anni, dopo una lunga malattia che ne aveva compromesso irrimediabilmente lo stato di salute. Nel corso della sua lunghissima carriera nell’azienda di famiglia, la signora Carla divenne un vero e proprio punto di riferimento: fu infatti grazie a lei e alle sue intuizioni in fatto di marketing che il marchio riuscì a sfondare sul mercato americano. Il suo fiuto per gli affari la fecero arrivare anche da Karl Lagerfeld, stilista tanto contestato per i suoi comportamenti sopra le righe, quanto amato per il suo gusto in fatto di design. Carla Fendi, però, non era solo moda e glamour: la sua fondazione, denominata per l’appunto Fondazione Carla Fendi, ormai da un decennio si occupa attivamente di preservare beni di natura pubblica. Si ricordi, ad esempio, che fu grazie a questa fondazione che i marmi della fontana di Trevi vennero restaurati. Riguardo a questi “ingressi” nel campo dell’arte e dei beni culturali, la signora Fendi precisò a dire che si trattasse sempre e solo “operazioni di puro mecenatismo, non sponsorizzazioni”. Carla credeva molto nel concetto di bellezza, bellezza vista come “cultura e la cultura come linfa vitale. E come felicità, perché solleva lo spirito”. Al fianco della moda e dell’arte, Carla aiutò il marchio ad entrare attivamente nel mondo del cinema, grazie alle collaborazioni con maestri di primissimo piano quali Federico Fellini, Luchino Visconti e Franco Zeffirelli. Il mondo della moda oggi piange la signora Fendi, conscio di aver perso una delle personalità più brillanti e astute che abbia mai conosciuto. [fonti articolo: corriere.it, repubblica.it] [foto: lastampa.it]

Leggi l'articolo Completo su Rssnews.it

Leggi l'articolo Completo su Rssnews.it

Aticoli Correlati