Le citta' piu' ciclabili del mondo Aduc.it - 16/12/2017 02:40:36 - registry repair trial , law spyware , logo software for free , quick restore software , recovery disk win xp

Le citta' piu' ciclabili del mondo

 La bicicletta ha smesso di essere una moda per trasformarsi nella grande alternativa per muoversi in citta’. E non solo per i suoi abitanti urbani, ma anche per i turisti. Un percorso in bici e’ un altro modo di vedere la citta’, mescolandosi con la gente, giungendo in diversi luoghi e sfruttando il piacere di vedere le cose lentamente. Tutte le grandi citta’ si stanno adattando per le biciclette e alcune hanno optato in modo deciso per questa forma di mobilita’. Questi sono alcuni dei percorsi urbani in bici piu’ raccomandabili in tutto il mondo. 1 – Pedalando lungo i canali Amsterdam (Paesi Bassi) Le biciclette sono parte del tessuto di Amsterdam, probabilmente la citta’ piu’ ciclabile di tutto il Pianeta. Tutti i giorni, 400.000 persone percorrono i 400 chilometri di piste ciclabili che congiungono praticamente tutti gli angoli e canali di questa citta’ del secolo XVII. La importante citta’ olandese e le sue periferie sono completamente in pianura, per cui muoversi in bicicletta e’ particolarmente facile. Le bici che hanno la prevalenza ad Amsterdam sono quelle da passeggio, che consentono di condurre con un portamento retto e rilassato. Ad Amsterdam si puo’ girare a pedali per il centro della citta’, andando nei principali luoghi di interesse, facendo un giro che va dalla stazione di Amsterdam Centraal, lungo le sponde del fiume Amstel fino a Ouderkerk aan di Amstel, prima di andare verso Abcoude e la citta’ fortificata di Weesp, attraverso i fiumi Bullewijk, Waver, Winkel e Gein. Se abbiamo ancora energia, si puo’ seguire il canale di Vecht fino al castello di Muiderslot, passando per Diemerpark, e da li’ tornare verso il centro. In tutto, 46 Km. 2 – Da Montjuïc al quartiere gotico Barcelona (Spagna) Attraverso le sue strade medievali con un labirinto moderno di piste ciclabili (172 Km), Barcelona si e’ trasformata nell’ultimo decennio in una delle grandi citta’ per ciclisti urbani. Il suo “sistema Bicing” e’ studiato per i residenti, ma dovunque ci sono luoghi in cui prendere bici o prenotare circuiti con guide. E’ consigliabile una pedalata fino al castello di Montjuïc, la fortezza e antica prigione del secolo XVII che domina la citta’ dall’alto, con panorami spettacolari della citta’ e del Mediterraneo; oppure optare per un circuito urbano dalla piazza di Catalunya percorrendo il Barrio Gotico e Santa Maria del Mar fino al parco della Ciutadella. Quindi si possono prendere i percorsi di Lluis Campanys e Sant Joan (incrociando l’Arco de Triunfo) e girando a destra, fino alla Sagrada Familia, per la Gran Via fin a rientrare per la Casa Batllò e La Rambla. Nove Km in tutto. 3 – Montreal, 600 Km di piste ciclabili Canada Con un profilo topografico enormemente montagnoso e dure condizioni climatiche quasi tutto l’anno, di Montreal si e’ detto che non potrebbe essere una citta’ bikefriendly, ma si e’ trasformata proprio in questo, con piu’ di 600 Km di piste ciclabili che si dispiegano nella citta’ -quasi 250 di esse completamente isolate dal traffico- e piu’ di 5.000 biciclette pubbliche per percorrerle. Tutte le estati circa 30.000 persone si riuniscono nel parco Jeanne-Mance per partecipare al “Tour dell’ille” di Montreal, un percorso con varie distanze da percorrere (la classica, di 25 o 50 Km, e la Decouverte di 65 o 100). Le piste percorrono l’isola di Montreal ed incrociano il grande fiume San Lorenzo attraverso le punte di JacquesCartier e Champlain, sopra l’isola Sainte Helene e per il parco Jean-Drapeau, esplorando Longueuil e il Parc Michel-Chartrand prima di tornare al punto di partenza. 4 – I colori d’autunno attraverso la bicicletta Kyoto (Giappone) Il mosaico di colori che forma le Koyo (foglie) di Kyoto in autunno e’ un’immagine meno commercializzata che le esplosioni rosa e bianche della primavera (con i ciliegi in fiore), ma risulta ugualmente sensazionale, soprattutto vedendo il tutto dalla sella della bicicletta. Da meta’ settembre, una marea di cremisi (rosso porpora) -chiamato frente koyo- inizia ad Kohhaido e passa per tutto il Paese. Un ottimo posto per vedere gli alberi e gli arbusti nelle loro tonalita’ piu’ rosse, e’ il tempio di Tofukuji, che si puo’ visitare con un circuito in bici molto facile a partire dalla stazione di Kyoto. Ci vogliono due ore ...

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Aticoli Correlati