Gli effetti benefici dell’equitazione sul corpo e sulla mente   - 22/07/2017 06:51:37 - web hosting perth , download windows xp utilities , 180 search assistant alert , j2ee hosting , tax debt attorney

Gli effetti benefici dell’equitazione sul corpo e sulla mente

Cavalcare un cavallo fa bene al corpo ed alla mente, è questo quanto dichiarato da tanti esperti nel corso degli anni, nel corso dei quali l'equitazione è uno sport in grande ascesa che favorisce il contatto con la natura e permette di stabilire un rapporto benefico e distensivo con il cavallo. Secondo quanto riferito dal dottor Lorenzo Panella, specialista in Riabilitazione e Recupero funzionale, andare a cavallo comporta l'impegno di diversi gruppi muscolari, essendo interessati per lo più gli addominali, i dorsali ed i lombo-sacrali.

L'equitazione
è uno sport che fa bene, diverte e rilassa, in quanto come già anticipato, favorisce il contatto con la natura e permette di stabilire un rapporto sano, benefico e distensivo con il cavallo. Il cavalcare coinvolge davvero tutto il corpo, e comporta anche un notevole sforzo muscolare, e nello specifico aiuta a tonificare i muscoli addominali, dorsali e lombo-sacrali, che contraendosi in base al ritmo dell'andatura del cavallo, con il passare del tempo avranno una maggiore elasticità.

Tra gli altri benefici dell'equitazione, sembra che andare a cavallo aiuta l'apparato cardiovascolare; nello specifico il cuore ed i vasi sanguigni traggono giovamento da questa attività, i battiti del cuore aumentano in base alla velocità del cavallo migliorando, dunque, la circolazione del sangue ai vasi principali.

Andare a cavallo
, aiuta a perdere peso, visto che un'ora di equitazione brucia 300 Kcal; il consumo calorico è indicativamente di 2,8 calorie all'ora per chilogrammo di peso corporeo. Infine, va detto che le ondulazioni provocate dal movimento tridimensionale durante la marcia del cavallo stimolano la coordinazione motoria del praticante e sollecitano l'elasticità dei dischi intervertebrali; durante l'attività, il cavaliere riceve stimoli neuromuscolari efficaci sul rilassamento fisico e mentale.

Spesso, al giorno d'oggi, si iscrivono a corsi di equitazione ragazzini caratterizzati da debolezze non solo dettate da condizioni di disabilità oggettiva, ma relative a deprivazioni di carattere affettive, relazionali o semplicemente di mancanza di attenzione verso il giovane, che comunque inducono il bambino a chiusure, isolamenti, problemi psicologici, caratteriali o di tipo attentivo-cognitivo.

Va anche sottolineato che le attività equestri avvicinano i bambini alla natura, essendo un'attività che viene svolta all'aperto, cosa piuttosto rara, visto che i bambini spesso sono presi da attività ed interessi che si svolgono per la maggior parte del tempo in casa o al chiuso. Se il vostro sogno è quello di cominciare questa attività, e dunque di cominciare a cavalcare un cavallo, è bene munirsi di tutto l'occorrente necessario, che potrete trovare sul sito www.tombiniselleria.com .
 

Aticoli Correlati