Carceri latinoamericane: scuole del crimine Aduc.it - 20/09/2017 00:40:36 - web hosting analysis , dotnetnuke hosting , getting rid of computer worms , web host reseller software , columbus car accident attorney

Carceri latinoamericane: scuole del crimine

 L’America Latina e’ la regione piu’ violenta del Pianeta Terra, tra quelle che sono fuori da una guerra convenzionale. Secondo stime del Banco Interamericano di Sviluppo, la regione ha il 9% della popolazione mondiale, ma registra un terzo delle vittime di omicidio a livello globale e 6 ogni 10 furti vi sono commessi con l’uso di violenza. La giustizia non e’ riuscita a far fronte al problema. Il 90%degli assassini non vengono perseguiti e le carceri, che dovrebbero offrire alternative perche’ i reclusi abbandonino il crimine, hanno fallito la loro missione. Uno ogni tre delinquenti latinoamericani e’ recidivo, la maggior parte per crimini piu’ gravi rispetto a quelli per cui era entrato in carcere la prima volta. Molte delle prigioni piu’ emblematiche dei Paesi della regione sono diventate delle vere e proprie scuole del crimine. Scuole in cui si sviluppa una societa’ parallela, senza controllo da parte dello Stato, e che sono uno dei fattori che contribuiscono alla crisi di sicurezza pubblica che si vive nei vari luoghi dell’America Latina. In Brasile, per esempio, i gruppi del crimine organizzato, come Primero Comando de la Capital (PCC) e Comando Vermelho, nascono nelle carceri e da li’ coordinano ed espandono le proprie attivita’, fino ad aver messo su una industria transfrontaliera che si estende in Bolivia e Paraguay. I suoi leader, Marcola e Fernandinho Beira-Mar, rispettivamente, non hanno mai avuto nessun ostacolo per portare avanti i propri piani. E quando le loro forze e i loro alleati si scontrano, il saldo e’ monumentale, obbligando il governo federale ad intervenire con i soldati. Come quella volta, ad inizio di quest’anno, che hanno provocato 140 morti tra i prigionieri, molti dei quali mutilati. Le molteplici fughe dal carcere del capo del cartello di Sinaloa, Joaquin “el Chapo”, hanno da sole contribuito ad alimentare la sua leggenda, inclusi i tunnel, inganni e tangenti che gli hanno fatto ...

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Aticoli Correlati