Benevento - Il Consiglio comunale di domani si preannuncia particolarmente interessante Sud Innovazione Legalità - 25/08/2019 11:13:44 - dedicated hosting australia , free system registry fix , free antiadware , host arayan firmalar , how to recover registry

Benevento - Il Consiglio comunale di domani si preannuncia particolarmente interessante

Il Consiglio comunale di domani si preannuncia particolarmente interessante. All'ordine del giorno della seduta non solo la questione Amts - a circa venti giorni dalla sentenza di fallimento si affronterà una pubblica discussione sulla vicenda - ma anche altri argomenti di particolare  interesse. Come ad esempio la discussione sull'Ente morale San Filippo Neri. Un argomento delicato e controverso che da tempo sta occupando alcuni consiglieri comunali, soprattutto di minoranza, per la forte ed inspiegabile resistenza degli amministratori del San Filippo Neri (che ricordo sono nominati dal Sindaco) per non fornire i bilanci e altra documentazione contabile necessaria per comprendere le modalità gestionali e l'utilizzo delle ingenti risorse provenienti dalla vendita di un immobile di proprietà, il complesso denominato San Vittorino, ceduto al Comune di Benevento per oltre due milioni di euro.

Non vi è dubbio, però, che l'argomento principale, quello che occuperà gran parte della seduta, riguarda il fallimento dell'Amts  e le attese comunicazioni di come la maggioranza comunale intende affrontare la delicata questione. Fino ad oggi, infatti, gli unici contatti dell'Amministrazione, oltre che con i professionisti incaricati, sono stati del tutto privati e con interlocutori scelti non si sa a che titolo. Da questi incontri "riservati" sarebbe emersa la volontà del Comune di Benevento e dell'AMTS di proporre reclamo contro la sentenza di fallimento. Una decisione che, francamente, a circa venti giorni dalla sentenza di fallimento (in realtà è dagli inizi di novembre che il destino dell'Amts sembra inequivocabilmente segnato a seguito della richiesta della revoca del decreto di ammissione  al concordato soluzione) sembra ben poca cosa rispetto alla difficile problematica che sta vivendo l'azienda di trasporto pubblico del capoluogo e comunque appare disperata e dall'esito annunciato.

Infatti, dopo aver accertato che al 30 settembre 2015 la società era economicamente in perdita e senza alcuna capacità di produrre un flusso di cassa positivo, sarà molto difficile che il Tribunale di Benevento riveda la sua posizione, peraltro assunta dopo una accurata e scientifica verifica degli atti contabili. E comunque, anche in caso di esito positivo, l'Azienda non avrebbe la forza di sopravvivere.  In un momento di delicato rapporto tra istituzioni e società - e il problema della credibilità delle istituzioni non è un problema della maggioranza o della minoranza  -  occorre fare chiarezza ed evitare, come accaduto nel lungo iter che ha portato al fallimento, che si continuino a fornire rassicurazioni poco credibili.

Dopo il fallimento vi è stata una continua richiesta di non strumentalizzare la vicenda per fini politici, ma di trovare la soluzione al problema. Appelli sicuramente condivisibili, ma che tuttavia sembrano più orientati a  proteggere i responsabili del fallimento politico ed amministrativo dell'AMTS, piuttosto che risolvere la crisi dell'azienda. Se strumentalizzazione c'è stata, la stessa va infatti addebitata esclusivamente alla maggioranza comunale e ai suoi sponsor, interni ed esterni. Dalla richiesta di concordato  (agosto 2013) fino a qualche ora prima della sentenza di fallimento, hanno sempre assicurato che la decisione di ricorrere al Tribunale era l'unica strada percorribile per salvare l'azienda, i suoi lavoratori e il Comune di Benevento. 

Aticoli Correlati