Coronavirus e Africa. Lo stato dell'arte Aduc.it - 29/03/2020 00:51:30 - find keystrokes , free antivirus softwaer , redhat dedicated server , secured loans uk , wrongful death lawyers southern california

Coronavirus e Africa. Lo stato dell'arte

 La Libia e il Mali hanno dichiarato i loro primi casi di coronavirus mercoledì. Il Sudafrica ha già più di 700 casi e il paese che ha appena festeggiato con balli e feste nelle sue strade che lascia alle spalle l''Ebola, la Repubblica Democratica del Congo, dichiara uno stato di emergenza. Inizia così una giornata piena di dubbi e paure su come il coronavirus avanzerà attraverso il continente. Ieri c''è stato un rivolo di morti di celebrità (coloro che viaggiano di più verso paesi terzi) e di misure prese dai diversi governi per contenere questa malattia che può essere una tragedia per l''Africa. Alcune celebrità del mondo della cultura e dello spettacolo hanno perso la vita a causa di questa infezione, come il leggendario cantante jazz e sassofonista Manu Dibango, morto questo martedì all''età di 86 anni. Con un''apparizione tardiva, il coronavirus si sta già diffondendo oggi in 44 paesi del continente ed è vicino a 2.500 casi positivi (che è noto perché la mancanza di accesso ai test non consente di conoscere il numero di sicuro). Capo Verde e Camerun hanno registrato la prima morte. Nel frattempo, aumenta la preoccupazione che i deboli sistemi sanitari del continente non siano in grado di contenere la diffusione della malattia. Il Ghana inizia a fumigare i suoi mercati. Il Ghana, nel Golfo di Guinea e con oltre 28 milioni di abitanti, ha iniziato a disinfettare i mercati delle principali città, tra cui Accra, la capitale. Il presidente del paese, Nana Afufo-Addo, ha adottato questa misura mentre il paese conferma la sua terza morte per coronavirus e il numero di infetti è vicino a settanta persone. Inoltre, ha già decretato la chiusura totale delle frontiere e il divieto di incontrarsi in luoghi pubblici come le chiese, oltre a chiudere scuole, università e tutti i tipi di spettacoli sportivi. Ha anche annunciato che il suo governo stanzierà $ 100 milioni in un piano speciale per combattere la pandemia. Il Dr. Ahmed Ogwell, direttore di @AfricaCDC ed esperto di salute globale, ha un motto sul suo profilo Twitter che mi viene in mente: "Non c''è vera ricchezza senza vera salute". CDC è l''acronimo di Centers for Disease Control and Prevention e si occupa di una cosa del genere negli Stati Uniti, ma anche del monitoraggio di ciò che viene o può venire dall''esterno. È così che lo mette sul suo sito Web: "Combattiamo le malattie prima che raggiungano i nostri confini: rileviamo e affrontiamo nuovi germi e malattie nel mondo per aumentare la nostra sicurezza nazionale". Fra tutti coloro che svolgono un tale compito di autoprotezione, sono molto importanti in Africa nel loro lavoro di ricerca sulle malattie infettive che affliggono il continente: AIDS, malaria, tubercolosi o polmonite. In effetti, la sua origine, nel 1946, è legata alla malaria. Questa è la dichiarazione ufficiale che il governo del Mali ha distribuito attraverso i suoi canali ufficiali. Invita la popolazione a essere calma e a rispettare le misure preventive. Il Mali conferma i suoi primi due casi di coronavirus. Mercoledì il governo ha annunciato i primi due casi confermati di Covid-19, due cittadini maliani che hanno recentemente viaggiato in Francia. La prima è una donna di 49 anni, residente a Bamako, che è tornata in campagna il 12 marzo, mentre la seconda è un uomo di 62 anni che si trova a Kayes ed è tornato il 16 marzo. Entrambi sono ricoverati in ospedale. Questa notizia arriva pochi giorni dopo le elezioni parlamentari previste per domenica. La scorsa settimana, il primo ministro Boubou Cissé aveva assicurato che l''appuntamento con le urne sarebbe stato mantenuto "nei tempi previsti, indipendentemente dal fatto che vi siano o meno casi di coronavirus in Mali". Le elezioni per rinnovare il parlamento eletto nel 2013 avrebbero dovuto svolgersi nell''autunno del 2018, ma sono state rinviate in diverse occasioni, principalmente a causa della crescente insicurezza. Il paese ha visto un numero crescente di attacchi jihadisti da parte della consociata al-Qaeda nella regione e dallo Stato islamico negli ultimi mesi. Dati aggiornati sull''evoluzione di COVID-19 in Africa. Al 25 marzo, ci sono 2.405 persone infette, 65 morte e 180 recuperate. Il virus è presente in 44 paesi su 55 nel continente e il Sudafrica è il più colpito, con 709 casi. Sono seguiti dall''Egitto, con 402, e dall''Algeria, con 264. In questa mappa preparata dal quotidiano digitale africano The Elephant, l''incidenza è ben distinta: "Mi unisco alla sfida #HandsSecure dell''Organizzazione mondiale della sanità." Con queste parole, il presidente ...

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

loading...

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Aticoli Correlati