Coronavirus e provvedimenti emergenziali. Siamo a tempo per rimediare a ciò che non funziona? Aduc.it - 29/03/2020 00:11:22 - data retriveal , ad adware se professional , downlaoder trojan , how to stop ceres popup , host family birmingham

Coronavirus e provvedimenti emergenziali. Siamo a tempo per rimediare a ciò che non funziona?

 Un Dpcm segue un altro, ed ora siamo arrivati al Dpcm che cerca di porre ordine a quelli precedenti con qualche puntualizzazione. Siamo convinti che non è facile scrivere un provvedimento d’urgenza con il Paese sottosopra, abbastanza nel panico, e con la maggior parte della sua forza lavoro bloccata, spesso nella totale inezia/attesa, e quindi anche insensibile a far sentire la propria voce. Ma questa difficoltà crediamo che debba servire perché chi decide si concentri meglio nelle scelte. E crediamo che volendo/potendo il governo possa farlo. Ma con una filosofia di base: non chiedendo solo obbedienza a sudditi e rappresentanti delle istituzioni, ma collaborazione. E quest’ultima crediamo si possa ottenere dimostrando la propria disponibilità al gioco di squadra che coinvolga tutti. I provvedimenti finora presi, il cui fulcro è il cosiddetto “Cura Italia” hanno una caratteristica di fondo: A - per il lavoro/imprese tutelano essenzialmente i lavoratori dipendenti, di più se sono del pubblico; B - per i servizi tutelano essenzialmente i fornitori di questi servizi che non i consumatori e gli utenti. A: per esempio si sospende il pagamento delle ritenute sul lavoro dipendente e assimilato, ma non viene considerato il lavoro autonomo, base molto ampia dell’economia di tutto il Paese. Le letture e le interpretazioni degli stessi provvedimenti sono essenzialmente per capire chi gode o meno dei benefici… ma qualcuno crede ...

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

loading...

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Aticoli Correlati