Inps, non vanno restituite le pensioni percepite erroneamente Aduc.it - 05/12/2019 21:26:05 - florida home equity loan refinancing , live streaming web hosting , recovery toos , oklahoma personal injury lawyer , nod32 antivirus system update

Inps, non vanno restituite le pensioni percepite erroneamente

Spesso accade che l''INPS richieda, anche a distanza di anni, la restituzione di pensioni arretrate erroneamente corrisposte. Si parla allora di "indebito", ossia di somme erogate per errore, le quali in virtù della norma generale di cui all''articolo 2033 del Codice civile, andrebbero restituite. Tuttavia, trattandosi di pensioni, e più in generale di prestazioni previdenziali o assistenziali, esiste una specifica normativa di settore, che sancisce l''irripetibilità delle somme pur erroneamente versate, purchè non vi sia stato dolo da parte dell''interessato. La Cassazione in particolare afferma la necessità di tutelare la buona fede del cittadino che ha incolpevolmente fatto affidamento sulla correttezza dell''operato dell''INPS. Va anche considerato che le prestazioni pensionistiche, anche se indebite, sono solitamente destinate a soddisfare bisogni primari del pensionato e della sua famiglia (Cassazione, sentenza del 9 novembre 2018, n. 28771). Questi principi valgono sia per le prestazioni previdenziali (ad esempio, la pensione di vecchiaia) sia per le prestazioni assistenziali (ad esempio, l''accompagno), come le seguenti precisazioni. Prestazioni ...

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Aticoli Correlati