Natale 2019, l’Osservatorio Sigep svela le dolci novità in arrivo Quifinanza.it - 15/12/2019 16:23:34 - vps unlimited bandwidth , adware away 3.0 , benevento napoli distanza , new malware n , web hosting new zealand

Natale 2019, l’Osservatorio Sigep svela le dolci novità in arrivo

(Teleborsa) – Natale con la tradizione e con un restyling dei dolci natalizi e tantissime novità per le festività in arrivo, un appuntamento da vivere in famiglia e con gli amici. In attesa dell’evento clou del il mondo della pasticceria – Il Salone Sigep è in calendario alla Fiera di Rimini dal 18 al 22 gennaio 2020 – l’Osservatorio Sigep di Italian Exhibition Group ha censito come ogni anno le dolci novità per le tavole del prossimo 25 dicembre. ECCO ALCUNE DELLE PROPOSTE PIU’ GOLOSE IN attesa del natale 2019 così si è scoperto che Sonia Balacchi, chef pasticcera e Campionessa Mondiale di Pasticceria nel 2012, proporrà per le prossime festività la “Briscola”, non certo il gioco, ma una dolcissima novità: una crostata ripiena con crema gianduia, sormontata da una cupola di cioccolato macaè 62% del Brasile piena di dolci sorprese. Alessandro Dalmasso, presidente del Club Coupe Du Monde de la Pâtisserie, proporrà un panettone alle due vaniglie con pezzi di marron glacè, ma anche la tradizionale focaccia dell’Epifania piemontese, con all’interno le due fave secche, una nera e una bianca in omaggio alla tradizione. Per il “maestro dei maestri” bresciano Iginio Massari la tradizione va sempre rispettata, ma realizza 7-8 tipi di panettone, perlopiù classici, con alcune varianti. E ancora, il panettone “sartoriale” del maestro riminese Roberto Rinaldini, che propone panettoni personalizzati quanto a “taglia” e decorazioni. E non poteva certo mancare il Pasticcere dell’Anno Santi Palazzolo, che per le festività propone un panettone speciale ai fichi secchi, con nucleo aromatico di scorze di arance, limone e mandarini e decorazioni alla glassa gianduia e nocciole e pistacchio di Bronte. Sapori ed aromi tutti rigorosamente siciliani. Dalla Costiera Amalfitana, Salvatore De Riso propone un dolce al cioccolato e Mandarino Polvere di Stelle, ossia un biscotto alle nocciole con musse al cioccolato fondente e un cuore di cioccolato e mandarino. Il padovano Luigi Biasetto, campione del mondo al Mondiale de la Coupe du Monde de la Patisserie nel 1997 lancia il panettone al pistacchio e per il secondo anno un panettone con castagne arrostite. La Pastry Queen 2016 Silvia Federica Boldetti ha in serbo invece una serie di coloratissimi alberi di Natale ai diversi tipi di cioccolato. Quello della produzione e commercio di prodotti da forno e dolci è un settore che vede 40.408 imprese attive in Italia, che impiegano circa 162 mila addetti e vantano un giro d’affari che supera gli 8,3 miliardi di euro all’anno. I dolci natalizi poi sono la tradizione e l’ultima indagine Nielsen conferma il primato del panettone, specie se artigianale, con un volume d’affari di 107 milioni di euro ed una crescita dell’8,4%. Secondo Gino Fabbri, bolognese, Presidente dell’Accademia dei Maestri Pasticceri, bisogna servirsi il più possibile di materie prime nostrane, dalle farine al burro e alla frutta candita, senza usare additivi. “Quest’anno c’è il grande ritorno di una crema che all’estero ci invidiano e di cui dobbiamo essere orgogliosi: lo zabaione”.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati