FS Italiane, la Freccia di dicembre dedica la copertina a Ferzan Ozpetek e alla Dea Fortuna Quifinanza.it - 15/12/2019 19:48:13 - pc running slow fix , pc check error , antivirus security software , usenet server , alojamiento host

FS Italiane, la Freccia di dicembre dedica la copertina a Ferzan Ozpetek e alla Dea Fortuna

(Teleborsa) – La Freccia di dicembre dedica la copertina a Ferzan Ozpetek, ritratto a fianco di una statua della Dea Fortuna. Un richiamo alla mitologia che vale come un augurio, a tutti i lettori de La Freccia, e una citazione, perché il regista sta per tornare nelle sale cinematografiche, con la sua ultima pellicola, intitolata proprio “La Dea Fortuna”. Intervistato da Andrea Radic ne racconta l’ispirazione e la trama di emozioni e sentimenti che ha inteso intrecciare e dedicare ai suoi affezionati spettatori. Apre l’ultimo numero del 2019 l’incontro con il direttore di Avvenire Marco Tarquinio, da dieci anni al timone del quotidiano dove lavora e scrive da un quarto di secolo. Nella rubrica Medialogando Tarquinio descrive la sua ricetta per un’informazione di qualità, attenta ai fatti e incentrata su alcuni inalienabili valori, primi tra tutti il rigore, la libertà e l’onestà intellettuale. Nel mese in cui si celebrano i 10 anni dell’Alta Velocità ferroviaria e del Frecciarossa, il mensile del Gruppo FS Italiane intervista il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli che, in un dialogo con Daniela Vergara, si racconta e offre la sua visione del viaggio e delle sue evoluzioni tecnologiche, le prospettive future delle infrastrutture e dei servizi ferroviari in Italia con al centro il treno rappresentazione concreta del genio umano al servizio delle persone. Su La Freccia di dicembre il Natale italiano viaggia attraverso le tradizioni: dal presepe all’albero, dal cenone alle strenne, tra solidarietà, amore, arte e curiosità nel periodo dell’anno dedicato soprattutto ai bambini. Spazio allora a Pinocchio, il nuovo film di Matteo Garrone nelle sale a dicembre, che ci consegna un’artistica e metaforica riflessione sulle scelte esistenziali, in questo caso tra restare burattini o diventare umani. Sulla Freccia anche uno speciale tutto dedicato alla creatura nata dalla fantasia di Carlo Collodi, mentre l’attore Edoardo Leo racconta la sua esperienza al fianco di Gabriele Di Bello nella fiction Ognuno è perfetto, la storia di un gruppo di ragazzi affetti dalla Sindrome di Down. Tante le idee e i suggerimenti di viaggio per vivere le festività: la città di Arezzo che si tinge di un’atmosfera magica, la Festa di Santa Lucia da Verona a Siracusa, l’affascinante Vialattea, il più grande comprensorio sci ai piedi in Italia, e la magia dei tradizionali mercatini a bordo dei treni storici della Fondazione FS. Tra gli appuntamenti con la fotografia e l’arte quello al Centro Saint-Bénin di Aosta per la personale dedicata a Olivo Barbieri, tra i maggiori fotografi contemporanei, insieme alla 62esima edizione del World Press Photo al Forte di Bard. Molte ancora le iniziative artistiche e culturali raccontate ai lettori, in programma su è giù per l’Italia da Treviso a Catanzaro, da Torino a Genova, e poi ancora Roma, Napoli, Caserta. Come sempre ricca la galleria delle persone che salgono a bordo de La Freccia per farci compagnia, raccontando di sé stessi o intrattenendoci con storie e riflessioni: da Gabriel Garko a Giovanni Allevi, dal direttore musicale del Teatro dell’Opera di Roma Daniele Gatti alla spigliata presentatrice Francesca Fialdini, dallo chef Lorenzo Biangiarelli all’amministratore delegato di MondoMostre, Simone Todorow di San Giorgio, dal direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano ad Umberto Cutolo, che ci strappa un ironico sorriso mostrandoci il Cenone di Natale con gli occhi del capitone. La sezione Un treno di libri di Alberto Brandani rinnova il suo invito alla lettura con In viaggio con il prof, proponendo a dicembre alcuni brani del romanzo di Jojo Moyes Ti regalo le stelle, commentati con un delicato taglio che celebra la grandezza delle donne. In RAILWAY heART spazio alle storie di chi, per lavoro, studio o piacere, viaggia con i treni, e di chi i treni li fa viaggiare, con una selezione di scatti che ritraggono luoghi e protagonisti dell’universo ferroviario. Tante e prestigiose, anche su questo numero, le firme di collaboratori esterni, giornalisti e scrittori.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati