Mercati europei timidamente positivi Quifinanza.it - 06/12/2019 07:03:57 - web hosting puerto rico , host server gratis , win hosting , new malware n , dedizierte server

Mercati europei timidamente positivi

(Teleborsa) – Si muovono in territorio positivo i principali mercati di Eurolandia nella prima seduta della settimana. Sulla stessa scia rialzista il FTSE MIB. Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,101. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,52%. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo del 2,57%. Sulla parità lo spread, che rimane a quota +158 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,30%. Tra le principali Borse europee giornata moderatamente positiva per Francoforte, che sale di un frazionale +0,54%, seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,35%, e piccolo passo in avanti per Parigi, che mostra un progresso dello 0,31%. Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,3%, invertendo la tendenza rispetto alla serie di tre ribassi consecutivi, cominciata mercoledì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 25.547 punti. Guadagni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,51%); consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Star (+0,05%). In luce sul listino milanese i comparti servizi finanziari (+1,41%), bancario (+1,27%) e materie prime (+1,20%). Nel listino, i settori utility (-0,98%), sanitario (-0,54%) e telecomunicazioni (-0,45%) sono tra i più venduti. In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Fineco (+1,95%) dopo i dati sulla raccolta, UBI Banca (+1,60%), Exor (+1,56%) sull’interesse perGedi e Prysmian (+1,45%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Juventus, che ottiene -7,54% dopo il sorpasso dell’Inter nella classifica di Campionato. Sotto pressione Nexi, che accusa un calo dell’1,96%. Scivola Italgas, con un netto svantaggio dell’1,54%. In rosso Snam, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,24%. Tra i protagonisti del FTSE MidCap, CIR (+6,49%) nel giorno del CdA per valutare l’offerta di Elkann, RCS (+3,49%), Mutuionline (+2,70%) e OVS (+2,69%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Danieli, che continua la seduta con -1,51%. Spicca la prestazione negativa di Ivs Group, che scende dell’1,45%. Carel Industries scende dell’1,13%. Calo deciso per Guala Closures, che segna un -1,1%. (Foto: © Federico Rostagno | 123RF)

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati