“L’inverno sta arrivando”. La Regina del Nord in vacanza a Cortina Siviaggia.it - 21/11/2019 16:35:09 - pop3 email hosting , prevent about blank , 2nd thought.com , top web hosting , if your computer has errors

“L’inverno sta arrivando”. La Regina del Nord in vacanza a Cortina

“È stato un grande piacere avere con noi – per più di tre settimane – Sophie Turner e Corey Hawkins”: così si legge in inglese sulla pagina Facebook dell’hotel Dolomiti Lodge Alverà di Cortina d’Ampezzo che pubblica alcune foto con l’attrice, la Regina del Nord della celebre serie Tv “Il trono di spade” e Corey Hawkins, che ha recitato in “Iron Man 3”, “The Walking Dead” e “6 Underground”. Il post pubblicato dall’hotel svela le ragioni della permanenza dell’attrice a Cortina, che qui avrebbe partecipato alle riprese della sua prossima serie Tv durate tre settimane. Per l’occasione, la Regina delle Dolomiti, si è vestita di bianco, un po’ come il suo “Nord”, a Sud della “Barriera”, la più grande delle regioni che formano i “Sette Regni”, dove ha sede “Grande Inverno”. sophie-turner-cortina@Dolomiti Lodge Cortina Le vaste lande, le foreste, le montagne innevate ricoperte di pini devono aver ricordato a Sophie- Sansa di quei luoghi che l’hanno resa così celebre agli occhi del mondo. Certo, le Dolomiti, patrimonio Unesco, a “Grande Inverno” non ci sono. Non ci resta che attendere l’uscita della serie thriller dal titolo “Survive” attesa per il 2020. Non è la prima volta che Cortina d’Ampezzo appare al cinema o alla Tv. Dal primo lungometraggio di Luis Trenker e Karl Hartl, “Montagne in fiamme” del 1931, le cime e la conca ampezzana hanno continuato a prestare il loro fascino al mondo del cinema, e non solo con film dedicati alla montagna. Nel 1959, con “Vacanze d’inverno” con Alberto Sordi in soggiorno nella valle ampezzana, si inaugura il filone del cinema vacanziero-festaiolo, portato al successo negli Anni ‘80 da “Vacanze di Natale” dei fratelli Vanzina. Cortina però non è stata soltanto teatro di comiche, malintesi e amori tutti da ridere. Le vette del Lagazuoi e del Falzarego sono state trasformate da Sergio Corbucci in uno scarno e gelido paesaggio dello Utah per il western crepuscolare “Il Grande Silenzio” del 1968. Nello stesso anno arrivano ad Ampezzo anche Totò e Peppino de Filippo per “Letto a tre piazze”. E se neanche la fascinosa Faye Dunaway ha resistito al richiamo della Regina delle Dolomiti, che la ospita per girare “Amanti” di Vittorio de Sica, non si può dimenticare come anche Roger Moore (nei panni di James Bond) abbia affrontato uno dei suoi più spericolati inseguimenti proprio in Ampezzo nel film “Solo per i tuoi occhi”. Cortina è riuscita anche nell’impresa di far smettere i panni di Rambo a Sylvester Stallone che girò, nel 1993, “Cliffhanger”. Un cenno merita la “Pantera rosa” di Black Edwards, una storica pellicola in cui Claudia Cardinale e Peter Sellers si muovono tra le nevi ampezzane. cortina-ampezzo-neve@123rf

Leggi l'articolo Completo su Siviaggia.it

Leggi l'articolo Completo su Siviaggia.it

Aticoli Correlati