Il nuovo nome del commissario all'immigrazione: proteggere lo stlle di vita europeo... Aduc.it - 09/12/2019 23:59:30 - buy windows home server , funner virus removal , ocx regtool , registry cleaner and optimizer , server companies

Il nuovo nome del commissario all'immigrazione: proteggere lo stlle di vita europeo...

Nella presentazione, martedì scorso, della nuova Commissione europea, che guiderà dal 1 novembre, Ursula von der Leyen non ha lesinato sulle qualificazioni per descrivere la sua squadra, che dovrebbe essere "agile", "geopolitica" e "equilibrata" politicamente e geograficamente. Ma è un altro titolo che ha attirato l''attenzione: quello del commissario greco Margarítis Schinás, incaricato di "proteggere il nostro stile di vita europeo". Una formula che si riferisce sostanzialmente alla gestione della migrazione, finora affidata al precedente rappresentante greco Dimítris Avramópoulos, che è stato nominato "Commissario per la migrazione, gli affari interni e la cittadinanza". Nella lettera di presentazione della missione di Margarítis Schinás, Ursula von der Leyen afferma che è anche responsabile della sicurezza e del mercato del lavoro e gli chiede di "rispondere alle paure e alle legittime preoccupazioni sull''impatto della migrazione illegale su la nostra economia e la nostra società. "Riprende il legame tra insicurezza e immigrazione" Questo nuovo nome ha fatto agitare gli eurodeputati - che devono confermare con il loro voto il nuovo collegio dei commissari - specialmente a sinistra e ai Verdi. L''ecologo tedesco Ska Keller ha giudicato questo riavvicinamento "spaventoso". "Speriamo che il presidente von der Leyen non veda alcuna contraddizione tra aiuti ai rifugiati e valori europei", ha detto su Twitter. Più virulento, il suo collega francese David Cormand si è scagliato contro il "vento cattivo [che] soffia sul nostro continente. Il campo lessicale che nutre l''immaginario della "guerra della civiltà" legittima la fantasia del "grande rimpiazzo". L''olandese Sophie in ''t Veld, un peso massimo del gruppo liberale, ha chiesto il ritiro di questo titolo, dicendo che "l''insinuazione che gli europei debbano essere protetti dalle culture straniere è grottesca. Questo discorso dovrebbe essere respinto. Membro del PPE e portavoce uscente della Commissione europea, lo stesso Margarítis Schinás non usa il suo titolo nella sua biografia su Twitter, preferendo presentarsi come vicepresidente della commissione per le migrazioni, la sicurezza e i diritti sociali. D''altra parte, Jordan Bardella, che ha guidato in Francia la lista Rassemblement nationale pour les européennes, ha definito il nuovo titolo "godibile", che riprende la retorica dell''estrema destra. Ma ha avvertito che ha visto solo "comunicazione", ...

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Aticoli Correlati