In ribasso la Borsa di Milano, seguita dagli altri mercati europei Quifinanza.it - 14/11/2019 14:17:04 - portal web hosting , kebab benevento , freeware adware spyware , computer screen problems , get back deleted bookmarks

In ribasso la Borsa di Milano, seguita dagli altri mercati europei

(Teleborsa) – Si muove in territorio decisamente negativo Piazza Affari, con i riflettori accesi sulla crisi di Governo. Stesso andamento al ribasso anche per le principali Borse europee, dopo il balzo della vigilia su alcune buone notizie relative alle trattative commerciali tra USA e Cina. Scambi ridotti alla vigilia di Ferragosto, con molti operatori lontani dalle sale per le ferie estive. Preoccupanti i dati provenienti dalla Cina, con la produzione industriale ai minimi da 17 anni, e dalla Germania con il PIL del 2° trimestre confermato in negativo. L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile su 1,118. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.510,7 dollari l’oncia. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 56,08 dollari per barile, con un ribasso dell’1,79%. Lieve calo dello spread, che scende a +222 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,58%. Tra i mercati del Vecchio Continente tonfo di Francoforte, che mostra una caduta dell’1,52%, negativa Londra, che scende dello 0,97%, mentre Parigi scende dell’1,35%. A picco Piazza Affari, con il FTSE MIB che accusa un ribasso dell’1,83%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share crolla dell’1,70%, scendendo fino a 22.010 punti. Negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,88%), come il FTSE Italia Star (-0,6%). Si distingue a Piazza Affari il settore media ed esibisce un +0,93% sul precedente. Nel listino, i settori materie prime (-3,00%), tecnologia (-2,82%) e bancario (-2,59%) sono tra i più venduti. Amplifon, che mette a segno un +0,63%, è l’unica tra le Blue Chip di Piazza Affari a riportare una performance apprezzabile. I più forti ribassi, invece, si verificano su Unicredit, che continua la seduta con -3,67%. Lettera su Tenaris, che registra un importante calo del 3,28%. Affonda Banco BPM, con un ribasso del 3,23%. Crolla STMicroelectronics, con una flessione del 3,18%. Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Mediaset (+2,86%), Tod’s (+2,19%), Italmobiliare (+1,94%) e Ivs Group (+1,03%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banca Popolare di Sondrio, che prosegue le contrattazioni a -3,56%. Vendite a piene mani su Banca Ifis, che soffre un decremento del 3,09%. Pessima performance per Fincantieri, che registra un ribasso del 2,89%. Sessione nera per Biesse, che lascia sul tappeto una perdita del 2,79%.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati