Turchia. Le vite degli altri Aduc.it - 18/08/2019 11:42:10 - dui phoenix arizona , dedicated linux , hosting gratuito para paginas web , hosting facilities , hard disk data recovery tools

Turchia. Le vite degli altri

Lo Stato turco ci porta in tribunale. E così facendo si rende completamente ridicolo Quando, dopo il 1989, fu aperto l’archivio della Stasi, forse anche alcuni tra i miei lettori tedeschi trovarono le trascrizioni delle loro conversazioni telefoniche. Ciò che i poliziotti turchi, in segreto, avevano annotato sulle mie telefonate, l’ho letto la scorsa settimana [fine giugno]. Nell’atto di accusa del processo per le proteste di Gezi Park [fine maggio 2013]*. Le proteste di Gezi Park, alle quali, nel 2013, avevano partecipato milioni di persone, sono tornate in mente al governo solo quando, prima delle elezioni, ha avuto improvvisamente bisogno di un nemico. 16 oppositori, me compreso, sono ora in tribunale, e dovremmo stare in carcere a vita – in tutto 47.520 anni. Al vertice dell’accusa c’è Erdogan che ha preso quelle proteste come un tentativo di colpo di stato contro di lui. L’imputato principale è l’imprenditore e pioniere di ONG Osman Kavala. Fu arrestato nel viaggio di ritorno da un progetto condiviso col Goethe Institut ...

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Leggi l'articolo Completo su Aduc.it

Aticoli Correlati