Offerta statunitense per album Panini: sul tavolo cifra a 9 zeri Quifinanza.it - 22/10/2019 19:11:54 - pc troubleshooting tools , label program freeware , bloodhound.w32.ep. , free z22 software , dialer helper

Offerta statunitense per album Panini: sul tavolo cifra a 9 zeri

Il primo album risale al 1961 e in copertina c’era un’immagine stilizzata di Nils Liedholm intento a colpire la palla di testa. Da allora, la Panini di Modena ha fatto così tanta strada da essere… arrivata negli Stati Uniti. La celebre azienda italiana, nata come società distributrice di giornali, oggi stampa 400 raccolte di figurine dedicate a soggetti di ogni tipo: dagli sport (calcio, basket, ciclismo) ai cartoni animati (quelli Disney Pixar, ad esempio), dai videogame (Fortnite) agli animali. Una vera e propria storia di successo, che ha ben presto travalicato le Alpi, trasformando le mitiche “figu” in un fatto di costume globale. Come se non bastasse, quello delle figurine è solo uno dei tanti settori nei quali il marchio Panini è oggi attivo. L’azienda modenese, ad esempio, è tra i maggiori editori di fumetti in Italia. Nel suo catalogo rientrano i manga più celebri (Naruto e Bleach, tanto per citarne due) e, da qualche anno a questa parte, stampa anche le strisce dei fumetti della galassia Disney (il Topolino che acquistate tutte le settimane in edicola arriva proprio dalle rotative modenesi) e dell’universo Marvel. Insomma, un vero e proprio colosso dell’editoria, capace di diversificare i propri investimenti e guadagnarsi una posizione di rilievo in diversi settori. Non ci si deve stupire, insomma, se una cordata di imprenditori statunitensi si troverebbe proprio nella provincia modenese per intavolare una discussione con gli attuali azionisti della Panini, pronti a rilevare il pacchetto di maggioranza per una cifra apparentemente astronomica. Si vocifera, infatti, che avrebbero presentato un’offerta monstre di 1 miliardo di euro. A riportare l’indiscrezione è la Gazzetta di Modena, storico giornale della provincia emiliana solitamente sempre ben informato su ciò che accade nelle stanze Panini. I dettagli della vicenda non sono noti e le indiscrezioni che filtrano sono ancora troppo vaghe per poter avere contezza di cosa sta accadendo. Ad esempio, non si hanno dettagli su chi comporrebbe la cordata di imprenditori e in quali settori sarebbero attivi. Nonostante questo alone di mistero, però, sembra che l’interesse sia piuttosto concreto e già nelle prossime ore potrebbero esserci degli sviluppi. Nel caso in cui l’acquisizione andasse a buon fine, i nuovi proprietari si troverebbero tra le mani una società solida e un bilancio in crescita. Panini conta 450 dipendenti in Italia e altri 700 sparsi in vari stabilimenti nel mondo, con attività un po’ in tutto il mondo (anche se i mercati esteri più solidi sono negli Stati Uniti, Germania, Spagna, grancia e Regno Unito). Il bilancio annuale si aggira attorno ai 550 milioni di euro, con picchi negli anni di eventi di caratura internazionale (come i Mondiali o gli Europei di calcio). Quest’anno, ad esempio, dovrebbe aggirarsi attorno a 700-750 milioni di euro.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati