Myanmar, dall’1 ottobre gli italiani potranno ottenere il visto all’arrivo Siviaggia.it - 21/07/2019 17:20:12 - host ssh cpanel demo , how to detect trojan virus , download win fixer , chs shredder , web hosting coupons

Myanmar, dall’1 ottobre gli italiani potranno ottenere il visto all’arrivo

Il fascino esotico della vecchia Birmania è ora più facile da raggiungere. A partire dal primo ottobre, i turisti non avranno più necessità di munirsi del visto prima dell’arrivo in Myanmar, ma grazie alla nuova direttiva del governo locale sarà possibile richiedere il medesimo direttamente all’atterraggio. La nuova convenzione è destinata solo ad un gruppo di Paesi privilegiati: Australia, Germania, Spagna, Russia e, ovviamente, Italia. I turisti per usufruire della novità burocratica dovranno però scegliere come aeroporto di destinazione Yangon oppure Naypyidaw. Visto turistico in aeroporto per MyanmarAeroporto di Myanmar Il Myanmar è lo Stato più grande del Sud Est asiatico, ma al tempo stesso quello più arretrato economicamente. Gli anni della dittatura hanno profondamente segnato il tessuto economico e sociale della vecchia Birmania, la quale ha strenuamente resistito nel corso degli anni al processo di occidentalizzazione. Se da un lato tutto ciò ha influito negativamente sulla qualità della vita dei propri abitanti, permette tutt’oggi ai turisti di godere di paesaggi mozzafiato allo stato brado, dove la civiltà non sembra aver ancora preso piede. Veduta di Myanmar dall'altoVeduta su Myanmar L’avvento del turismo interessa il Myanmar non da moltissimi anni, e nonostante sia diventato una delle principali fonte di sostentamento per lo Stato, il governo lo ha sempre guardato con diffidenza, imponendo alcune regole restrittive. Proprio per questo motivo, a differenza dei vicini Paesi del Sud Est asiatico, per entrare in Myanmar era obbligatorio essere in possesso del visto turistico o d’affari prima dell’atterraggio. Come per tutte le pratiche burocratiche, ogni turista doveva armarsi di molta pazienza.  Le modalità per ottenere il visto sono diverse (e sarà così fino al primo ottobre):

  • Richiesta diretta all’ambasciata dell’ex Birmania in Italia;
  • Richiesta online attraverso il sito ufficiale del Myanmar;
  • Delegare le pratiche ad un’agenzia competente.
Nel primo caso, a meno che non abitiate vicino Roma, raggiungere l’ambasciata sarà piuttosto difficoltoso, in quanto ne è presente una sola, proprio nella capitale. Il metodo più rapido è quello di rivolgersi direttamente al sito ufficiale del Myanmar. È sconsigliato rivolgersi alle agenzie di mediazione per evitare sovrapprezzi, e nei casi più sfortunati, tentativi di truffa. Dal primo ottobre, tuttavia, godersi le vacanze nel selvaggio Myanmar sarà finalmente più semplice, e con molti meno grattacapi burocratici. Tramonto nelle campagne di MyanmarTramonto nelle campagne di Myanmar
Leggi l'articolo Completo su Siviaggia.it

Leggi l'articolo Completo su Siviaggia.it

Aticoli Correlati