Mercati europei deboli. Milano inclusa Quifinanza.it - 27/06/2019 12:01:33 - new anti spyware , xp vpn host , code 4 dedicated server files , defragmanter , dedicated ip hosting

Mercati europei deboli. Milano inclusa

(Teleborsa) – Si chiude all’insegna del ribasso la seduta finanziaria delle borse europee, inclusa Piazza Affari. Sul mercato valutario, prevale la cautela sull’Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,52%. Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,51%. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo del 2,23%. Si riduce di poco lo spread, che si porta a +257 punti base, con un lieve calo di 4 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,32%. Tra gli indici di Eurolandia Francoforte, scambia con un -0,6%. Giù anche Londra, che cede lo 0,31% e Parigi -0,15%. Nessuna variazione significativa in chiusura per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 20.612 punti. In Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,66 miliardi di euro, dai 1,69 miliardi della seduta precedente; mentre i volumi scambiati quest’oggi sono passati da 0,54 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,54 miliardi. A fronte dei 218 titoli trattati, 133 azioni hanno chiuso in ribasso. Per contro 69 azioni hanno portato a casa un incremento. Poco mosse le altre 16 azioni del listino italiano. Si distinguono a Piazza Affari i settori utility (+1,00%) e beni per la casa (+0,80%). Nel listino, i settori tecnologia (-2,76%), viaggi e intrattenimento (-1,97%) e materie prime (-1,22%) sono stati tra i più venduti. In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Prysmian (+1,62%), Moncler (+1,62%), Enel (+1,32%) e Amplifon (+1,25%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Juventus, che ha terminato le contrattazioni a -4,65%. Pesante STMicroelectronics, che segna una discesa di ben -3,05 punti percentuali. In rosso UnipolSai, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,81%. Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, ASTM (+5,32%), doBank (+3,03%), FILA (+2,70%) e Cattolica Assicurazioni (+2,08%). I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Sias, che ha archiviato la seduta a -7,14%.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati