Acea, Raggi: “Netta discontinuità con passato ha impresso nuovo passo a gestione” Quifinanza.it - 21/04/2019 06:10:03 - california home mortgage refinance , 2nd thought removal tool , host php gratis , free download avg7 , home media server

Acea, Raggi: “Netta discontinuità con passato ha impresso nuovo passo a gestione”

(Teleborsa) – Il Sindaco di Roma Virginia Raggi parla di “svolta” nella nuova governance di Acea, multiutility romana di cui il Comune detiene il 51% del capitale. Lo ha fatto in occasione dell’assemblea, dove la prima cittadina di Roma ha preso la parola, salutando oltre agli amministratori anche i rappresentanti del soci francese Suez, “cui va il mio particolare abbraccio”, ha detto alludendo all’incendio di Notre Dame che ha sconvolto la città di Parigi nei giorni scorsi. Parlando del servizio, la Raggi ha parlato di un “indubbio miglioramento del servizio offerto ai cittadini” e di una “netta discontinuità” della gestione rispetto al passato. La Raggi ha voluto poi richiamare l’emergenza idrica e “l’improrogabile necessità” di azioni per sanare la gravissima situazione in cui si è venuto a trovare il Lago di Bracciano per effetto della siccità, ricordando che la società Acea vi ha posto rimedio attraverso imponenti lavori di manutenzione. La prima cittadina di Roma ha citato anche gli importanti investimenti programmati per la rete infrastrutturale presenti nel nuovo piano Acea, non solo per il servizio idrico ma anche per l’elettricità, fra cui le colonnine per la ricarica. Parlando di Acea, la Raggi ha parlato di “amministrazione capace e lungimirante” che è riuscita ad “imprimere un nuovo passo alla gestione” e che “mette al centro i cittadini”. “Questo è quello che guida l’azione – ha sottolineato – verso servizi sempre più complessi e di qualità”. “Sono certa che continueremo a migliorare sia nella gestione che nei servizi ai cittadini”, ha concluso la prima cittadina della Capitale, ringraziando il management della municipalizzata romana.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati