Piazza Affari accenna un sorriso in un’Europa cauta Quifinanza.it - 21/04/2019 06:59:48 - free download utilities , pc tools tray , domain hosting australia , free isearch remover , registry cleaner full download

Piazza Affari accenna un sorriso in un’Europa cauta

(Teleborsa) – All’insegna della prudenza il bilancio nel Vecchio Continente, mentre si distingue la performance timidamente positiva di Piazza Affari dopo le rassicurazioni di Tria sull’economia italiana. Riflettori puntati sulle trattative commerciali tra USA e Cina, che dovrebbero essere a buon punto. L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile su 1,132. Lieve calo dell’oro, che scende a 1.286,4 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,45%. Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +246 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,52%. Tra i listini europei piatta Francoforte, che tiene la parità, senza spunti Londra, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, ferma Parigi, che segna un quasi nulla di fatto. Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 21.962 punti, continuando la scia rialzista evidenziata da tre guadagni consecutivi innescata giovedì scorso; sulla stessa linea, lieve aumento per il FTSE Italia All-Share, che si porta a 24.025 punti. Poco sopra la parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,52%), come il FTSE Italia Star (0,4%). Risultato positivo a Piazza Affari per i settori bancario (+1,73%), materie prime (+0,86%) e servizi finanziari (+0,83%). In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto petrolio, che riporta una flessione di -0,59%. Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, decolla Juventus, con un importante progresso del 2,25%. In evidenza BPER, che mostra un forte incremento del 2,12%. Svetta Unicredit che segna un importante progresso del 2,10%. Vola UBI Banca, con una marcata risalita del 2,10%. Le peggiori performance, invece, si registrano su ENI, che ottiene -0,91%. Sottotono Pirelli che mostra una limatura dello 0,58%. Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Banca MPS (+3,51%), Aquafil (+2,70%), Datalogic (+2,35%) e Aeroporto di Bologna (+1,94%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Inwit, che continua la seduta con -1,31%. Deludente IREN, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Fiacca doBank, che mostra un piccolo decremento dello 0,78%. Crolla SOL, con una flessione del 2,28%.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati