Il rating di uno Stato dipenderà presto dal suo grado di cybersecurity? Agi.it - 10/12/2018 12:25:25 - remove virus buster spyware , fix ie error , connect to pcanywhere host , anti apy , instantly access billions

Il rating di uno Stato dipenderà presto dal suo grado di cybersecurity?

“Rating”, definizione: capacità di un Paese o un'impresa di ripagare il proprio debito. È un indice di affidabilità. E non vale solo per la finanza, perché l'affidabilità di un Paese dipende sempre di più dalla sua efficienza informatica. La sua solidità “si riflette sul 'rating' di cybersecurity, sia nel settore pubblico che in quello privato”, spiega Giulio Terzi di Sant’Agata, ex ministro degli Esteri e oggi presidente di Cybaze, neonata società che ha aggregato CSE Cybsec, Emaze e Yoroi per creare un polo italiano delle difesa informatica. Governi e istituzioni avranno quindi rapporti con gli alleati più complessi se percepiti come problematici. In fondo, uno Stato – in questo caso – non ragiona in modo diverso rispetto a un individuo: preferiremmo dare i nostri soldi e le nostre confidenze all'amico più ricco o a quello che li conserva meglio? Paure gonfiate e minacce reali “La sovranità e la libertà sono cose che entrano in diretta relazione con l'avere comunicazioni pulite e interlocutori affidabili”, afferma l'ex ministro degli Esteri. Un punto che all'Italia, spesso, ancora sfugge. “In questo Paese – aggiunge Marco Castaldo, amministratore delegato di Cybaze - si alza il livello della paura su cose meno significative, ma non si parla di altri argomenti fondamentali. La cybersecurity deve essere il principale argomento di preoccupazione di un'economia nazionale. Le aziende italiane spendono ancora troppo poco. Non basta più dedicare alla difesa informatica una quota dell'IT. Va alzato il ...

Leggi l'articolo Completo su Agi.it

Leggi l'articolo Completo su Agi.it

Aticoli Correlati