L'uomo che voleva andare su Marte se ne va in pensione Agi.it - 13/11/2018 03:48:29 - look2me removal program , nov virus , coolwebsearch removal help , free shareware virus protection , recovering files from usb

L'uomo che voleva andare su Marte se ne va in pensione

L'uomo che doveva andare su Marte se ne va in pensione. In realtà non c'era in programma alcun viaggio di Paolo Nespoli sul pianeta rosso, ma come ogni astronauta che si rispetti ha accarezzato l'idea di essere il primo uomo a poggiarvi piede. Tutto destinato a restare, per l'appunto, un sogno perché, come racconta in una intervista al Corriere della Sera, dieci mesi dopo essere tornato dalla sua terza missione nello spazio, l'astronauta italiano andrà in pensione il 31 ottobre. E lo fa con qualche rimpianto, ma anche senza tralasciare di togliersi qualche sassolino dalle scarpa, a partire da essere stato scelto per lsciare così presto, a 61 anni e con un anno di ferie arretrate da smaltire. "Gli astronauti italiani erano troppi, rispetto a quelli degli altri Paesi europei: io, Samantha Cristoforetti, Luca Parmitano e Roberto Vittori. Uno doveva saltare e hanno scelto me" spiega Nespoli, il più anziano ma anche "l’unico non dell’Aeronautica". "Diciamo che ho sempre avuto qualche problema con il potere" ammette. E racconta della madre che lo voleva elettricista e non gli mai detto: “Sei bravo”. Ma cosa racconta un uomo insofferente alla disciplina che è stato tre volte nello spazio e per un certo tempo al fianco di Oriana Fallaci? Ecco alcuni passaggi chiave della lunga intervista. Disciplina "Alla ...

Leggi l'articolo Completo su Agi.it

Leggi l'articolo Completo su Agi.it

Aticoli Correlati