L’Europa archivia in rosso. Giù anche Piazza Affari Quifinanza.it - 22/10/2018 16:53:31 - registry mechanic 3 , award winning email host , etrust anti spam , hosting ruby on rails , personal injury law illinois

L’Europa archivia in rosso. Giù anche Piazza Affari

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, mentre la borsa di New York continua a guadagnare terreno, con lo S&P-500 che avanza dell’1,11%. L’Italia rimane sorvegliata speciale con la sua Manovra. Oggi 12 ottobre, sono arrivati nuovi moniti alla sulla Legge di Bilancio. L’ennesimo appunto al Governo è arrivato dal Capo del dipartimento europeo dell’Istituzione con sede a Washington, Poul Thomsen che ha lanciato l’allarme: “laManovra dell’Italia sta andando in direzione opposta rispetto a quanto suggerito dalFondo Monetario Internazionale. Al FMI ha fatto eco il Presidente della BCE, Mario Draghi che ha avvertito l’Italia: “aumentare il deficit è sbagliato”. Seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,159. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,47%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua gli scambi, con un aumento dello 0,90%, a 71,61 dollari per barile. Sui livelli della vigilia lo spread che si mantiene oltre i 300 punti a 305 punti base. Il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 3,54%. Tra le principali Borse europee senza spunti Francoforte che scivola dello 0,13%. Stessa intonazione Londra che segna un calo dello 0,16%. In calo Parigi che cede lo 0,20%. Il listino milanese archivia la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,52%, portando avanti la scia ribassista di tre cali consecutivi, avviata mercoledì scorso. Sulla stessa linea, si posiziona sotto la linea di parità il FTSE Italia All-Share che si ferma a 21.265 punti. Positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,82%), come il FTSE Italia Star (1,1%). Risultato positivo a Piazza Affari per i settori chimico (+2,95%), costruzioni (+2,53%) e vendite al dettaglio (+1,77%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti telecomunicazioni (-1,74%), viaggi e intrattenimento (-1,17%) e utility (-1,16%). Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, vola Pirelli, con una marcata risalita del 3,08%. Brilla Buzzi Unicem, con un forte incremento (+2,67%). Sostenuta Banco BPM, con un discreto guadagno dell’1,76%. Buoni spunti su Leonardo che mostra un ampio vantaggio dell’1%. Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Telecom Italia che ha terminato le contrattazioni a -2,39%. Spicca la prestazione negativa di Fineco, che scende dell’1,89%. UBI Banca scende dell’1,50%. Calo deciso per Enel che segna un -1,33%. In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, SOL (+5,06%), Banca Ifis (+4,66%), Carel Industries (+4,06%) e Cementir (+3,67%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Juventus, che ha chiuso a -5,49%. Sotto pressione Hera, con un forte ribasso dell’1,76%. Soffre Piaggio che evidenzia una perdita dell’1,27%. Preda dei venditori ASTM, con un decremento dell’1,21%.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati