Uber, Didi, Grab: la mobilità via app è nella rete di SoftBank Agi.it - 19/10/2018 22:25:10 - history of web hosting , hosting and registration , online pc performance check , istbar.aj removal tool , best web host for wordpress

Uber, Didi, Grab: la mobilità via app è nella rete di SoftBank

Se prenotate un'auto via app, in qualunque parte del mondo siate, è molto probabile che qualche spicciolo vada nelle tasche di una sola società: SoftBank. C'è il volto pacioso e cortese di Masayoshi Son dentro o accanto a Uber, Grab, Ola, 99 e Didi. Ma anche nelle vetture autonome di Cruise GM e della neonata Monet. SoftBank e Vision Fund Nato in Giappone come gruppo di telecomunicazioni, attento all'innovazione SoftBank lo era anche prima. Suo è uno degli umanoidi di maggior successo, il robot Pepper. Ma negli ultimi due anni il suo è diventato un nome molto ricorrente nel mondo della tecnologia. Merito di Vision, un fondo che ha cambiato la scala degli investimenti globali: 100 miliardi di dotazione e un meccanismo combinato di equity e debito che consente a SoftBank di raccogliere capitali da grandi investitori (dal fondo sovrano saudita a quello di Abu Dhabi, da Apple a Foxconn e Sharp) mantenendo però indirizzo e gestione. Tra i tanti settori il gruppo ha puntato, direttamente o tramite Vision, quello della mobilità. Ne è nata una rete globale: tra ride-hailing (servizi che permettono all'utente di prenotare una corsa con un autista privato), car sharing (veicolo in condivisione), guida autonoma e consegne di cibo a domicilio, sulla mobilità di SoftBank non tramonta mai il sole. Un nuovo investimento in Grab L'ultima mossa sarebbe un nuovo maxi-investimento in Grab, la Uber del sud-est asiatico: secondo Reuters, sul piatto ci sarebbero ...

Leggi l'articolo Completo su Agi.it

Leggi l'articolo Completo su Agi.it

Aticoli Correlati