Il deserto del Sahara può diventare una fonte inesauribile di energia pulita Quifinanza.it - 21/11/2018 14:58:49 - best photo hosting , best free registry , download error nuker , huntbar spy , malware f

Il deserto del Sahara può diventare una fonte inesauribile di energia pulita

Il Sahara, il più grande deserto del mondo, ha le condizioni di ideali per diventare una grandissima fonte di energia rinnovabile. È pur vero che, installandoci degli impianti, non sarà più deserto come una volta. Secondo una ricerca realizzata da un team internazionale di scienziati e pubblicati sulla rivista Science, infatti, la creazione su larga scala di fattorie solari ed eoliche potrebbe promuovere l’aumento delle precipitazioni e, di conseguenza, della vegetazione. Tuttavia, i benefici per l’umanità potrebbero essere enormi. Come spiega Yan Li, studioso dell’università dell’Illinois, “Queste centrali solari ed eoliche hanno come effetto primario la riduzione delle emissioni di gas serra antropogenico e, di conseguenza, l’attenuazione dei cambiamenti climatici. Speriamo che alla luce di questa nostra scoperta si riescano a cambiare le fonti di energia che utilizziamo: significherebbe più acqua, cibo e vita sul nostro pianeta”. Quindi, sul deserto del Sahara, una delle regioni più secche e poco popolate al mondo, potrebbe piovere più spesso ed il territorio potrebbe cominciare a colorarsi di verde, con una vegetazione che, nei prossimi anni, tenderà sempre più ad aumentare. Sicuramente, questa si rivela, già da ora, una grande opportunità per migliorare le condizioni di vita di milioni di persone. Inoltre, la realizzazione di questi impianti, ancora in fase piuttosto utopistica, permetterebbe, secondo gli scienziati, di produrre quattro volte l’energia consumata in tutto il mondo: le fattorie eoliche genererebbero all’incirca 3 terawatt di energia, mentre quelle solari ne produrrebbero 79. Questi dati sono significativi se pensiamo che, nel 2017, la domanda di energia elettrica globale è stata di 18 terawatt. Ad oggi, nel cuore del Sahara, esistono già più di 500 mila impianti. In particolare, Noor Solar Complex, nella regione dell’ Ourzazate, è la più grande stazione CSP al mondo in continua costruzione. Nel pieno della sua attività, “Noor Ourzazate” porterà a compimento il suo obiettivo: mettere a disposizione 580 MW di potenza, grazie al mix di soluzioni solari costruite in questi anni. Questa mega centrale, che ha la torre solare più alta del pianeta (circa 248 metri) mira a generare il 42 per cento della sua energia elettrica dalle fonti rinnovabili entro il 2020 e circa il 50 per cento entro il 2030.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati