Sostenibilità, dieci italiane nella classifica mondiale DJ Sustainability Index Quifinanza.it - 15/11/2018 07:42:04 - clan server , home equity loans pa , malware radar , controller host , rediff web hosting

Sostenibilità, dieci italiane nella classifica mondiale DJ Sustainability Index

(Teleborsa) – Anche quest’anno sono molte le società italiane sono state incluse negli indici di sostenibilità di Dow Jones, elaborati sulla base dell’analisi effettuata annualmente (CSA) dalla società svizzera RobecoSAM, specializzata nel rating di sostenibilità. La novità di quest’anno riguarda perlopiù la trasparenza e la comunicazione agli investitori ed agli stakeholder. Il numero delle società che chiedono a RobecoSAM un rating di sostenibilità è stabilmente in crescita (+5% nel 2018). Dal Corporate Sustainability Assessment

L’elenco delle società al top in termini di sostenibilità viene stilata dal 1999 da RobecoSAM, tenendo conto di circa 600 indicatori di sostenibilità in materia economica, ambientale e sociale. Il sondaggio effettuato ogni anno riguarda 3.400 società in tutto il mondo, cui viene somministrato un sondaggio di un centinaio di domande che riguardano, appunto, tematiche care alla sostenibilità. La lista delle migliori viene poi suddivisa per settori ed aree geografiche. agli indici Dow Jones per la sostenibilità Sulla base della lista delle società promosse S&P Dow jones ha elaborato degli indici di sostenibilità mondiali (DJ Sustainability World Index) e geografici (ad esempio il DJ Sustainability Europe Index). L’ultima revisione di quest’anno sarà effettiva dal prossimo 24 settembre. Nella classifica mondiale di sostenibilità (DJ Sustainability World Index) compaiono 10 società italiane, ma le new entry sono Pirelli, Leonardo e Generali, ciascuna nel proprio settore (rispettivamente auto, beni durevoli, assicurazioni). Intesa SanPaolo è l’unica banca italiana che compare negli indici di sostenibilità, ormai da diversi anni, mentre Enel si conferma nell’indice per il 15esimo anno consecutivo, assieme alla controllata Endesa. Fra le utilities si segnala anche Terna, mentre Saipem e Snam vengono incluse nel settore Energy. Fra le società quotate alla Borsa di Milano appartenenti al paniere globale ci sono anche CNH Industrial e Telecom Italia. Nell’indice europeo JD Sustainability Europe index compaiono sette delle precedenti società (Pirelli, Intesa SanPaolo,, CNH Industrial, Leonardo, Saipem, Telecom Italia e Terna). Restano escluse dalla classifica europea Generali, Snam ed Enel, anche se quest’ultima vede presente la sua controllata spagnola Endesa.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati