Wall Street procede sotto il segno degli acquisti Quifinanza.it - 20/11/2018 20:20:26 - freeware disc , windows server 2003 standard edition , free download trojan removal tool , free file restoration software , dialer.17.bc

Wall Street procede sotto il segno degli acquisti

(Teleborsa) – Procedono in rialzo gli indici della borsa di Wall Street. In primo piano resta la questione dazi. Il presidente della BCE, Mario Draghi, ha dichiarato che le “incertezze dovute al crescente protezionismo e alla volatilità mercati hanno guadagnato spazio” e in questo ambito “restano necessari stimoli significativi” come quelli già previsti. Da parte sua il presidente USA Trump assicura di non aver fatto alcuna “pressione sulla Cina per arrivare a un accordo commerciale” Dal fronte macroeconomico, crescono i prezzi al consumo di agosto ma meno di quanto atteso.In calo le richieste di sussidio alla disoccupazione. Tra gli indici a stelle e strisce, il Dow Jones sta mettendo a segno un +0,53%, continuando la scia rialzista evidenziata da tre guadagni consecutivi, innescata martedì scorso. Sulla stessa linea, lo S&P-500 fa un piccolo salto in avanti dello 0,46% Buona la prestazione del Nasdaq 100 (+0,90%), come l’S&P 100 (0,5%). Al top tra i giganti di Wall Street, Apple (+2,18%), Travelers Company (+1,90%), Intel (+1,27%) e IBM (+1,17%). Le peggiori performance, invece, si registrano su McDonald’s, che ottiene -1,44%. Seduta negativa per Home Depot che mostra una perdita dell’1,43%. Si muove sotto la parità Wal-Mart evidenziando un decremento dello 0,78%. Sul podio dei titoli del Nasdaq, Micron Technology (+4,73%), Qualcomm (+4,38%), Asml Holding N.V. Represents (+4,39%) e Netease (+4,19%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Seagate Technology che ottiene -3,03%. Sotto pressione CSX che accusa un calo dell’1,56%. Scivola J.B. Hunt Transport Serv con un netto svantaggio dell’1,13%. Contrazione moderata per Dollar Tree che soffre un calo dell’1,33%.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati