Ecco perché i turisti cinesi impazziscono per Treviri in Germania Siviaggia.it - 11/12/2018 20:50:28 - mutation trojan virus , antivirus down loads , how to get rid of perfect keylogger , pctools .com , free win32 trojan remover

Ecco perché i turisti cinesi impazziscono per Treviri in Germania

Nel cuore della Germania c’è una città che, meno famosa di Berlino o di Monaco di Baviera, attrae ogni anno migliaia di turisti. Cinesi, soprattutto. Il suo nome è Treviri, si trova nella regione vinicola della Mosella (il confine col Lussemburgo è poco lontano) ed è stata fondata secoli fa dai Romani. Perché attrae così tante persone dalla Cina? Il motivo è presto detto: Treviri – che in passato fu capitale dell’Impero Romano – è la città che ospita più resti risalenti all’Antica Roma, dopo Roma stessa. Senza contare il paesaggio da favola in cui è immersa: le vigne che la circondano producono alcuni tra i migliori vini dell’intera Germania. Ma non c’è solo questo: ad attirare qui oltre 150.000 cinesi l’anno, c’è soprattutto il fatto che Treviri ha dato i natali a Karl Marx. Treviri Padre del Socialismo, Marx pensava che la lotta tra le classi dominanti e le classi oppresse fosse alimentata dalla proprietà privata di beni e servizi (essenzialmente, dal capitalismo), e che trasferendo la sua amministrazione dai privati al governo si potesse liberare la società dall’oppressione di classe. Da molti cinesi, Karl Mark è visto come un eroe, e poter visitare il luogo in cui è nato un grande privilegio. Così, a Treviri, i negozianti hanno deciso di assecondare questa tendenza: le pasticcerie realizzano biscotti col volto di Marx, e tutti hanno smesso di utilizzare per incartare i loro prodotti la carta bianca, che in Cina si usa per i lutti. Oggi, a Treviri si può ammirare la statua di Karl Marx che il Governo Cinese ha donato alla città: alta 5 metri e mezzo, è una delle tappe obbligatorie per chiunque decida di partecipare ad uno dei tour guidati sulle tracce del filosofo, che per la verità in Germania è una figura un po’ controversa. Le altre tappe del particolare percorso? I semafori alla fine della Fleischstraße, nel centro città, con caricature rosse e verdi di Karl Marx; e la Karl Marx House, la casa in cui è nato e che ora è un museo. Ovviamente, Treviri è anche molto altro: la Porta Nigra, le rovine dei bagni romani, il ponte in pietra sul fiume Mosella, l’anfiteatro poco fuori dal centro. Tutte straordinarie testimonianze dell’Impero Romano. Treviri

Leggi l'articolo Completo su Siviaggia.it

Leggi l'articolo Completo su Siviaggia.it

Aticoli Correlati