Giornata nera per la Borsa di Milano Quifinanza.it - 17/10/2018 01:01:54 - amust registry cleaner 3.11 , panda antivirus freeware , agv antivirus program , antivir?¼s program?± , microsoft recovery software

Giornata nera per la Borsa di Milano

(Teleborsa) – Tutti negativi in chiusura i principali mercati europei, zavorrati dai rinnovati timori per una guerra commerciale alla luce dei nuovi provvedimenti contro il Made in China varati dall’amministrazione Trump. Il panic selling coinvolge anche l’Euro, che si è portato ai minimi di due settimane sul dollaro, e lo spread. Il differenziali di rendimento è salito di 14 punti base a 242 mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento del 2,88%. Tra le principali commodities l’oro cede lo 0,53%, il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) avanza dell’1,48%, a 68,66 dollari per barile. Tra i mercati del Vecchio Continente sotto pressione Francoforte, con un forte ribasso dell’1,50%. Soffre Londra, che evidenzia una perdita dell’1,01%, e tentenna Parigi, con un modesto ribasso dello 0,68%. Giornata nera per la Borsa di Milano, che affonda con una discesa dell’1,73%; sulla stessa linea, profondo rosso per il FTSE Italia All-Share, che si ferma a 23.660 punti, in netto calo dell’1,75%. Pessimo il FTSE Italia Mid Cap (-1,8%), come il FTSE Italia Star (-1,3%). Il controvalore odierno degli scambi in Borsa di Milano resta attorno ai livelli della vigilia: dai dati di chiusura, risulta infatti che il controvalore totale è stato pari a 2,59 miliardi di euro, con una variazione del 2,30%, rispetto ai precedenti 2,53 miliardi; i contratti si sono attestati a 240.875, rispetto ai precedenti 257.127. Su 224 titoli trattati in Piazza Affari, 173 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 39. Invariate le rimanenti 12 azioni. Buona la performance a Milano del comparto automotive, che riporta un +1,18% sul precedente. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti materie prime (-6,24%), sanitario (-3,76%) e bancario (-3,61%). Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, brilla Ferrari, con un forte incremento (+4,03%) su ricoperture. Giornata moderatamente positiva per STMicroelectronics, che sale di un frazionale +0,81%. I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Tenaris, che ha archiviato la seduta a -6,30%. In caduta libera Poste Italiane, che affonda del 5,41% nel giorno della trimestrale. Pesanti Saipem e Banco BPM. Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Datalogic (+1,77%), Saras (+1,61%), ASTM (+1,56%) e Banca Ifis (+1,18%). I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Diasorin, che ha archiviato la seduta a -8,55%. Sensibili perdite per Ascopiave, in calo del 5,23%. In apnea Rai Way, che arretra del 4,99%. Tonfo di Banca MPS, che mostra una caduta del 4,88%.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati