Arizona bollente: ecco perché andarci in piena estate Siviaggia.it - 19/10/2018 09:37:19 - host soluciones , camp host , cz dedicated server , net spyhunter , windows virtual server

Arizona bollente: ecco perché andarci in piena estate

Sfuggire alla calura italiana per fare un viaggio in Arizona, uno degli Stati più torridi degli Usa (e del mondo). Potrebbe sembrare un’idea poco furba, ma in realtà ci sono diversi motivi che giustificano una trasferta di questo tipo. E alcuni itinerari davvero da non perdere. Le temperature locali, che in estate superano spesso e volentieri i 40° Celsius, fanno infatti sì che i prezzi di alberghi e tour operator siano particolarmente bassi, tenuto conto della scarsità di richieste. Tanto per citare un dato: d’estate il costo della vita nello Stato del Grand Canyon è genericamente del 4% più basso rispetto al resto dell’anno. Potete scegliere come quartier generale il Four Seasons Resort di Scottsdale, un romantico albergo a cinque stelle, con tutti i comfort e circondato dal deserto: una stanza durante l’anno verrebbe a costare quasi 500 dollari, che scendono a 189 nel corso del mese di agosto. Discorso analogo per l’Andaz Scottsdale Resort & Spa, che abbatte i prezzi da 429 a 139 dollari a notte. E potrete usufruire anche dei trattamenti termali. Una volta trovato l’alloggio potrete girare per l’affascinante Stato circondato da California, Nevada, Utah e Messico. Detto che una visita al Grand Canyon rimane imprescindibile (occhio però ai colpi di sole), è possibile fare il bagno anche in questa terra senza sbocchi sull’Oceano. Scoprire il Lake Powell, uno dei laghi artificiali più vasti del Nord America, è un’esperienza indimenticabile: è balneabile e, se volete ammirare da vicino le rosseggianti pareti rocciose che delimitano il suo bacino, partecipate a un tour in barca. Poco distante, visitate l’angusto ma spettacolare Antelope Canyon, gestito direttamente dagli indiani Navajo. Se non soffrite troppo di vertigini, fate un salto anche all’Horseshoe Bend, un sito panoramico mozzafiato da cui si osserva un meraviglioso meandro formato dal fiume Colorado. Nei pressi di Prescott da segnalare poi il Watson Lake: è poco pubblicizzato, ma anche qui potrete fare il bagno o cimentarvi con kayak e paddleboard. Restando a Scottsdale c’è invece il Westin Kierland Resort & Spa, dove i più avventurosi potranno provare il flowboarding: uno sport che combina elementi di surf, snowboard e wakeboard. A un’oretta dalla città c’è invece Lake Pleasant, dove vi aspetta lo scivolo acquatico più alto del mondo. Se volete invece scoprire qualcosa di nuovo sulla storia americana spostatevi a Phoenix. La capitale statale dista da Scottsdale solo una ventina di chilometri e offre diversi itinerari tra cultura e costume: da segnalare il Phoenix Art Museum (17mila opere d’arte, fra cui quadri di Frida Kahlo, Picasso o Monet), l’Heard Museum (storia dei nativi americani) e il Musical Instrument Museum. Verso sera, quando il clima diventerà più clemente, potrete quindi godervi alcuni panorami desertici senza eguali. Il Saguaro National Park offre alcuni scenari da cartolina dell’Arizona, mentre l’Arizona-Sonora Desert Museum, che resta aperto fino alle 22, vi permetterà di assistere ai risveglio degli animali notturni.

Leggi l'articolo Completo su Siviaggia.it

Leggi l'articolo Completo su Siviaggia.it

Aticoli Correlati