Wall Street positiva dopo la Fed Quifinanza.it - 25/06/2018 21:38:18 - free software downloads , ez cleaner registry , best pc diagnostic , i need virus , reg_dword 0

Wall Street positiva dopo la Fed

(Teleborsa) – Partenza al rialzo per la borsa di Wall Street il giorno dopo che il FOMC della Federal Reserve ha deciso di aumentare il costo del denaro di un quarto di punto, portando il tasso di riferimento sui Fed Fund a 1,75%-2%. Una decisione presa all’unanimità ed in linea con le aspettative di mercato e degli analisti. Si tratta della seconda stretta, quest’anno. La banca centrale americana vede altri due rialzi nel 2018, per un totale di quattro nel corso dell’anno e tre rialzi nel 2019. Sulle prime rilevazioni, il Dow Jones sale dello 0,33% a 25.285,2 punti; sulla stessa linea, lieve aumento per lo S&P-500, che si porta a 2.782,97 punti. In frazionale progresso il Nasdaq 100 (+0,59%), come l’S&P 100 (0,2%). Prima dell’avvio del mercato, sono stati pubblicati i prezzi import ed export di maggio, le vendite al dettaglio di maggio e le nuove richieste settimanali di sussidi per la disoccupazione. Per la giornata odierna sono attesi ancora: le scorte industriali e d un aggiornamento sugli stoccaggi di gas negli Stati Uniti.  In luce sul listino nordamericano S&P 500 i comparti Telecomunicazioni (+0,80%), Beni di consumo secondari (+0,64%) e Information Technology (+0,50%). Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Walt Disney (+1,45%), Intel (+0,87%), Cisco Systems (+0,77%) e Boeing (+0,74%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Procter & Gamble, che continua la seduta con -0,56%. Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Comcast (+3,56%), Dish Network (+2,71%), Workday (+2,48%) e Charter Communications (+1,99%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Mylan, che ottiene -2,70%. Tentenna Dentsply Sirona, con un modesto ribasso dello 0,99%. Giornata fiacca per Qurate Retail, che segna un calo dello 0,66%.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati