Cosa fa il datacenter sottomarino di Microsoft calato in acqua il primo giugno Agi.it - 19/09/2018 10:57:15 - web hosting flash templates , morrone nel sannio , dns hosting , michigan car insurance quote , remove registry cleaner xp

Cosa fa il datacenter sottomarino di Microsoft calato in acqua il primo giugno

Datacenter sott’acqua, il futuro è arrivato. Microsoft ha annunciato di aver installato la prima centrale di dati in mare. L’azienda di Redmond, estremo ovest degli Stati Uniti nello Stato di Washington, è cioè entrato nella Fase 2 del Project Natick, il piano di Microsoft per valutare la fattibilità di collocare i suoi datacenter in acqua. La prima immersione è avvenuta l’1 giugno scorso al largo delle Isole Orcadi, a nord della Scozia. Un container che ospita una sfilza di 864 server per un totale di 27,6 petabyte, qualcosa come 27.600 terabyte. Uno spazio sufficiente a memorizzare 5 milioni di film. L’obiettivo di collocare i server in un container sottomarino, secondo la società, è soprattutto ambientale: l’acqua servirà a raffreddare in maniera semplice e ecologica la centrale di dati, mentre l’energia rinnovabile proveniente dall’acqua consentirà di alimentarsi in maniera green. La conferma arriva anche da Ben Cutler, il curatore del Project Natick, che ad Agi ha spiegato alcuni dettagli dell’operazione che durerà dodici mesi. ...

Leggi l'articolo Completo su Agi.it

Leggi l'articolo Completo su Agi.it

Aticoli Correlati