TIM, Genish: richiesta la cigs per gestire circa 2800 esuberi Quifinanza.it - 20/11/2018 00:52:37 - domain hosting australia , news ostuni , backdoor trojan generic , buy sql server 2005 , 2nd thought

TIM, Genish: richiesta la cigs per gestire circa 2800 esuberi

(Teleborsa) – Dopo aver presentato al Ministero del Lavoro e alle rappresentanze sindacali un progetto dicassa integrazione straordinaria (cigs) per una riorganizzazione aziendale, TIM spiega la faccenda in conferenze call con gli analisti. “Abbiamo richiesto la Cigs con l’obiettivo di gestire circa 2800 esuberi – ha chiarito l’Amministratore Delegato, Amos Genish – . Stiamo lavorando per risolvere la questione nel più breve tempo possibile con tutte le parti coinvolte”.  Parlando del piano di trasformazione, il manager ha rivelato che TIM ha raggiunto nel primo trimestre 2018 “il 27% degli obiettivi” e che “avremo numeri più interessanti mano a mano che ci addentriamo nel secondo semestre e all’inizio del 2019. Due i messaggi che dobbiamo portare a casa ora: i consistenti risultati del primo trimestre e la trasformazione che sostiene gli obiettivi del nostro piano”.
“Vediamo questo piano come sviluppo strategico e continuativo, non stiamo discutendo nessuna variazione, il perimetro M&A verrà definito secondo il piano, se ci saranno nuove opportunità le analizzeremo”.”Anche Elliott ha detto non c’è un piano alternativo: il piano del management è l’unico piano ed è su questo che sta lavorando il management e l’intero CdA”. Sulla separazione della rete e un eventuale quotazione della società, Genish ha spiegato che “potremmo muoverci in futuro verso l’IPO ma non vogliamo perdere il controllo, non vogliamo il deconsolidamento dell’asset, è un asset importante”.  In merito a Sparkle, invece, l’AD pensa che “sia un asset che non rappresenta il core business per noi: continueremo a considerare un possibile deconsolidamento di questo asset”.  Tornando agli asset strategici si è parlato del Brasile, che “non è in vendita in alcun modo”. “Un’eventuale M&A in Brasile deve essere valutato con grande attenzione, siamo convinti che TIM Brasil su base stand alone sia un asset interessante, remunerativo, che genera cassa”. Poco mosso il titolo a Piazza Affari: -0,31%.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati