Benvenuti su Sannioportale.it

Con Google i siti archeologici si visitano da casa. Nel progetto 3 meraviglie italiane

In occasione della prossima Giornata Internazionale dei Monumenti, che si celebra mercoledì 18 aprile, Google lancia il progetto "Open Heritage": un'iniziativa mondiale per mappare e creare modelli 3D di aree archeologiche a rischio. L’idea non è nuova, nemmeno per la stessa Google che negli ultimi 7 anni, ha avviato collaborazioni con 1.500 musei di oltre 70 Paesi per portare online le loro collezioni e mettere il patrimonio culturale dell’umanità a portata di clic. Ma è la prima volta che alcune delle meraviglie più a rischio si scoprono “digitali” e “condivisibili” sui social. E tra quelle da visitare senza lasciare il divano di casa ci sono anche tre italiane: Piazza del Duomo di Pisa, Pompei e Stabia. In tutto sono oltre 25 i luoghi iconici di tutto il mondo mappati dal colosso, tra cui il Palazzo di Al Azem a Damasco, in Siria, Bagan in Thailandia e l’antica Metropoli Maya di Chichen Itza in Messico. L’idea nata da una distruzione Quando, nel 2001, Ben Kacyra vide ...

Leggi l'articolo Completo su Agi.it

Leggi l'articolo Completo su Agi.it

Aticoli Correlati