eSports, Cheng Guo (player FoxeSports) ad Agimeg: “Davvero contento di aver vinto l’Italian Tekken League. Sapere che gli eSports potrebbero essere inseriti tra le discipline olimpiche spinge noi giocatori a voler fare sempre meglio” Agimeg.it - 21/10/2018 21:14:41 - my computer crashing , free ez antivirus download , blank maps about , good web hosting company , adware screenscenes

eSports, Cheng Guo (player FoxeSports) ad Agimeg: “Davvero contento di aver vinto l’Italian Tekken League. Sapere che gli eSports potrebbero essere inseriti tra le discipline olimpiche spinge noi giocatori a voler fare sempre meglio”

“Mi sono divertito moltissimo, per la prima volta ad un evento sono venuti i più forti players italiani. Il livello di gioco era davvero molto alto. Sono contento del risultato raggiunto, mi sono allenato molto negli ultimi mesi in preparazione a questo torneo. Ho studiato alcuni personaggi che mi hanno permesso di arrivare a questa vittoria”. E’ quanto ha detto ad Agimeg Cheng Guo, del team FoxeSports, che ha trionfato nella prima stagione dell’Italian Tekken League, primo campionato italiano di Tekken 7. Il giovane romano è uno degli Steve più forti d’Europa. “Sapere che gli eSports potrebbero essere inseriti tra le discipline olimpiche con debutto a Parigi 2024 è davvero un’ottima notizia. Questo dà dei nuovi stimoli a noi giocatori. Io principalmente gioco a Tekken, picchiaduro firmato Namco. Ma questa notizia ci porta a voler fare sempre meglio, a fare raduni, allenarsi con gli amici, viaggiare e disputare eventi nel mondo. Spero che l’Italia possa fare molto bene in questi campionati”, ha aggiunto. “L’Italia, nel mio campo, nello specifico nel mondo del picchiaduro, è davvero molto forte. E’ riconosciuta – continua – anche da altri Paesi come nazione a livello mondiale. Come in Asia, anche qui ci sono delle sale giochi dove ritrovarsi e allenarsi con altri giocatori. A Roma spesso mi ritrovo ad allenarmi presso la sala RedStar, ma ne conosco altre, sono dei luoghi davvero ben attrezzati dove arrivano molti giovani per dedicarsi a questo sport. Le basi ci sono tutte per poter fare bene, il livello italiano credo sia molto alto in tutti i giochi e sono certo continuerà ad aumentare. Forse si parla ancora poco del settore degli eSports in Italia, perchè ci sono ancora pochi appassionati di videogiochi. Manca lo spirito di competizione necessario per tutti i giochi. In Italia noi giocatori facciamo parte tutti di una grande comunità, ma siamo distanti. Ci sono molti top player che vivono in ...

Leggi l'articolo Completo su Agimeg.it

Leggi l'articolo Completo su Agimeg.it

Aticoli Correlati