Benvenuti su Sannioportale.it

Concorso Birra dell’Anno a Rimini Fiera per eleggere la migliore italiana artigianale

(Teleborsa) – Due giorni all’esordio di Beer Attraction, la grandissima fiera del settore birraio, in calendario a Rimini Fiera dal 17 al 20 febbraio. L’evento è stato organizzato da Italian Exhibition group, che gestisce il polo fieristico di Rimini e quello di Vicenza. L’attenzione del pubblico è riservata anche al concorso “Birra dell’Anno”, il più importante concorso birrario italiano, che sceglie la cornice di Beer Attraction come sua sede naturale per il quinto anno consecutivo. Birra dell’Anno, che giunge alla sua XIII edizione, è organizzata da Unionbirrai con la collaborazione di IEG.  La premiazione si terrà nella giornata di apertura, sabato 17 febbraio alla Beer Arena (Padiglione C5). Nel frattempo, sono già arrivati in fiera gli 84 giudici internazionali che premieranno le eccellenze tra le birre artigianali nazionali ed eleggeranno il migliore birrificio d’Italia. La manifestazione si conferma così un’occasione di incontro di più ampio respiro, che valica i confini nazionali. I giudici sono rappresentanti autorevoli e personalità riconosciute del settore: capitanati da Lorenzo Kuaska Dabove, beer taster di fama internazionale, si segnalano tra i nomi di spicco Melissa Cole (UK), Sandra Ganzenmüller (Germania), Henri Reuchlin (Olanda), Ivan Chramosil (Repubblica Ceca), Tim Webb (UK), Yvan De Baets (Belgio) e Carl Kins (Belgio). Dal contest scaturirà un dibattito internazionale che vedrà protagoniste le produzioni del nostro Paese e che accenderà su di esse i riflettori. Birra dell’Anno sarà infatti un momento di scambio culturale durante il quale sarà possibile tracciare un disegno dell’andamento del mondo birrario artigianale nel suo complesso. Le 41 categorie in concorso ben rappresentano il variegato panorama produttivo attuale, in crescita se solo si pensa che lo scorso anno le sezioni della gara erano 29. Le birre valutate durante questa edizione saranno 1650 (circa il 20% in più rispetto al 2017), presentate da 279 produttori. Gli 84 giudici nomineranno le cinque migliori produzioni per ogni categoria in concorso, riservando il podio per le prime tre in classifica e un’eventuale menzione d’onore per la quarta e la quinta classificata. Il titolo di Birrificio dell’Anno andrà al produttore che, con tre delle birre in concorso meglio posizionate, avrà ottenuto la migliore sommatoria di punteggi. Le valutazioni si terranno oggi e domani. La prima sessione di assaggio sarà composta da 28 tavoli da 3 giudici che per le finali diventeranno 14 da 6, specializzati in ciascuna delle categorie ammesse al concorso. “I giudici di Birra dell’Anno provengono da tutto il mondo. Alcuni di loro sono esponenti di spicco delle tante associazioni birrarie che si occupano di birra artigianale”,ha dichiarato Alessio Selvaggio, Presidente di Unionbirrai, citando i dirigenti di EBCU, ente di cui Unionbirrai è membro effettivo fin dalla fondazione, e la European Beer Consumers’ Union, associatzione che rappresenta e tutela i consumatori di birra europei.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati