Benvenuti su Sannioportale.it

Bollette a 28 giorni, un colpo al cerchio e uno alla botte. Il Tar respinge il ricorso delle compagnie ma “congela” i rimborsi

(Teleborsa) Un colpo al cerchio e uno alla botte. La buona notizia per i consumatori è che il Tar ha respinto il ricorso presentato dalle compagnie telefoniche contro la delibera AGCOM che aveva stabilito la fatturazione mensile come unica possibilità per i gestori, dichiarando perciò illegittime le bollette conteggiate su 28 giorni. Pronti a esultare? Aspettate. Perché ce n’è anche una cattiva: sempre il Tar, infatti, ha sospeso i rimborsi automatici annunciati sulle prime fatture mensili a partire da aprile 2018 che le compagnie avrebbero dovuto restituire ai consumatori quanto pagato in più. REGALO ALLE COMPAGNIE – Una decisione che – afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori – “è solo un regalo alle compagnie”. Che aggiunge: “E’ dal 23 giugno che i consumatori attendono la restituzione dei soldi indebitamente percepiti dagli operatori della telefonia. Se l’ammontare è elevato e per il Tar appare in grado di incidere sugli equilibri finanziario-contabili delle aziende è solo perché sono andate avanti imperterrite a violare la delibera dell’Autority. Ora non si può far ricadere questa scelta aziendale sulle famiglie” prosegue Dona. “Ribadiamo, comunque, che, essendo confermata la bontà delle delibera dell’Autorità delle comunicazioni del 15 marzo, i consumatori vanno immediatamente risarciti. Se non sarà possibile con le modalità già fissate dall’Authority nelle delibere del 19 dicembre – conclude Dona -, partiremo senza ulteriori indugi con le azioni legali”. QUELL’ESCAMOTAGE AL SAPOR DI BEFFA – Compagnie che, nel frattempo, non si sono date affatto per vinte. Anzi. Hanno trovato il classico escamotage-beffa rimodulando ed adeguando le fatture su base mensile comunicando un aumento del +8,6%. In pratica, lo stesso che avrebbero ricavato attraverso la 13esima mensilità. L’ennesima beffa a danno dei consumatori che ha  scatenato azioni e proteste da parte di diverse associazioni, già sul piede di guerre pronte a dare battaglia.

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Leggi l'articolo Completo su Quifinanza.it

Aticoli Correlati